#STEMINTHECITY EDIZIONE 2018

Si chiude con 7000 partecipanti e 90 scuole coinvolte, partecipazione più che raddoppiata rispetto al 2017

Si è chiusa venerdì 26 aprile, in occasione della ricorrenza internazionale “Girls in ICT Day”, la seconda edizione di #STEMintheCity, l’iniziativa promossa dal Comune di Milano con il sostegno delle Nazioni Unite per promuovere la diffusione delle discipline tecnico-scientifiche e delle nuove tecnologie digitali come base formativa necessaria ad assicurare un futuro professionale alle nuove generazioni. Durante il mese di aprile - designato a livello europeo come il “mese delle STEM” (Science, Technology, Engineering, Mathematics) - il palinsesto di attività gratuite proposte dall’Amministrazione cittadina grazie alla collaborazione di più di 50 partner del settore pubblico e privato ha richiamato un pubblico di oltre 7mila partecipanti tra giovani, famiglie e insegnanti, nel corso di più di 100 incontri, corsi di formazione e momenti di dibattito pubblico. Oltre 90 le scuole del sistema educativo della Città metropolitana coinvolte e quasi un migliaio gli studenti universitari che hanno preso parte agli eventi.

“Con il progetto #STEMintheCity il Comune di Milano vuole dare un ulteriore contributo alla crescita del Paese attraverso politiche di innovazione e inclusione, inserendosi nel contesto internazionale di cooperazione che ha l’obiettivo di raggiungere i Sustainable Development Goals fissati dalle Nazioni Unite nell’Agenda 2030 – ha commentato Roberta Cocco, assessore alla Trasformazione Digitale e Servizi civici –. Per questo motivo anche quest’anno abbiamo scelto di chiudere la manifestazione nella giornata mondiale che celebra la presenza femminile nel settore ICT. Il rinnovato successo di #STEMintheCity per l’edizione 2018 ci conferma l’attenzione dei giovani verso le nuove frontiere scientifiche e tecnologiche all’insegna della parità di genere. Teniamo a ringraziare tutti i partner che hanno creduto nel valore del progetto, consentendo al Comune di Milano di portare questi temi presso l’opinione pubblica attraverso un programma di iniziative di grande rilievo”.

La seconda edizione di #STEMintheCity è stata dedicata a Maria Gaetana Agnesi, ‘milanese doc’ di cui il prossimo 16 maggio ricorre il 300esimo anniversario dalla nascita: matematica, filosofa e benefattrice che fu capace di rivoluzionare il modo di insegnare e diffondere scienza, cultura e conoscenza, senza mai dimenticare l’aspetto sociale del suo operare. A partire dalla sua storia, molte altre donne di successo in vari ambiti STEM hanno animato la manifestazione, invitate dal Comune di Milano a raccontare la propria esperienza quale ‘modello positivo’ a cui bambine e ragazze potranno ispirarsi per la scelta dei propri percorsi di studio e di carriera. Da ricercatrici e scienziate del calibro di Barbara Caputo, coordinatrice del VANDAL Laboratory all’Istituto Italiano di Tecnologia e Michela Matteoli, direttore dell’Istituto di Neuroscienze del CNR e del Neurocenter di Humanitas, fino a donne ai vertici di multinazionali del settore tech come Manuela Lavezzari, Marketing Director, Lenovo EMEA e Sabrina Baggioni, 5G Program Director Vodafone Italia.

Tra le novità del 2018 anche il fattore “A di Arte”: lettera che si è aggiunta all’acronimo STEM per indicare alle nuove generazioni l’importanza di considerare gli scenari aperti dalla commistione tra le competenze digitali ormai imprescindibili in tutti i settori e la componente umanistico-creativa fondamentale per generare idee e contenuti innovativi, in un mondo del lavoro in piena rivoluzione. Un aspetto illustrato anche attraverso la testimonianza di Silvia Foschi, responsabile patrimonio storico artistico e attività culturali di Intesa Sanpaolo.

Per il secondo anno, l’iniziativa #STEMintheCity è stata promossa dal Comune di Milano grazie all’impegno sinergico dell’Assessorato all’Educazione e Istruzione, dell’Assessorato alle Politiche del lavoro, Attività produttive, Commercio e Risorse umane e dell’Assessorato alla Trasformazione Digitale e Servizi Civici.

L’edizione appena conclusa si è avvalsa della collaborazione di: Intesa Sanpaolo, Lenovo, Vodafone, Allianz Worldwide Partners, L’Oréal Italia, Microsoft, SAP, A2A, Amazon, Bloomberg, CA Technologies, CAP, EY, Fondazione Bracco, IBM, Municipia, Nexi, Accenture, AIDIA - Associazione Italiana Donna Ingegneri e Architetti, AMSA, Archivio di Stato, Associazione Codice e Bulloni, Associazione Futuri, Associazione Pollicino e Centro Crisi Genitori Onlus, Associazione Scienza under 18, Valore D, Assolombarda, ATM, Bricks4kidz, Cariplo Factory, CESI, Codemotion, EMIT Feltrinelli, Employerland, FAST (Federazione associazioni scientifiche tecniche), Fondazione Francesca Rava, Fondazione Museo Scienza Tecnologia da Vinci, Fondazione TIM, Fondazione Umberto Veronesi, Global Shapers Milano, IFOM - Istituto FIRC di Oncologia Molecolare, IIT, Impactscool, ItaliaCamP, Kidding, Laboratori Sì, LinkedIn, MamiClub, Modis, Monica Emma Dellagiustina, OPENDOT, PACTA Arsenale dei Teatri, Pearson Italia, Piccole Variabili, Politecnico di Milano, Redooc.com, Rekordata, Save the Children, Scuole Civiche di Milano, Step-net onlus, Women&Tech - Associazione Donne e Tecnologie e Womenomics.