Tragedia a Genova

Sono già 35 i morti accertati, molti i dispersi non se ne conosce ancora il numero.  continua a scavare sotto le macerie ma sono
delle grosse muraglie, massi enormi, ferri contorti. Sembra che, almeno da quanto dichiarato da un tecnico della protezione civile, già da due anni il ponte veniva sottoposto a attente analisi e scrupolosi controlli, perché - essendo indispensabile il suo uso - se ne rimandava la ricostruzione. 
Certo hanno contribuito l'eccessivo traffico di questi giorni, i camion e rimorchi che lo percorrevano in quel momento, i fulmini, i temporali, la pioggia battente, possono averne facilitato il crollo. La Magistratura aprirà certamente un'inchiesta, speriamo che il suo iter possa essere finalmente breve. Ancora incerto il numero dei dispersi.