UNA STORIA DI SPERANZA E SOLIDARIETA’

Grande successo per 'Pane in Piazza':200.000 visitatori, donazioni per 60.000 euro. Eco mediatica da Milano e Brindisi. E la città chiede che torni nel 2019.

Riparte la macchina organizzativa al Convento dei Missionari Cappuccini di piazza Cimitero Maggiore a Milano e i Frati lanciano un appello: "Cerchiamo sponsor". Obiettivo: riuscire a costruire un panificio industriale in Etiopia per dare cibo e lavoro alla popolazione locale. E i due giovani etiopi ospitati in Lombardia per imparare l'Arte bianca, sono tornati a casa dove intanto potranno panificare con l'attrezzatura donata da una panetteria milanese.

Al convento dei Missionari Cappuccini di piazza Cimitero Maggiore a MIlano si parla già della prossima edizione di 'Pane in piazza'.

Partito in sordina, senza sostegni economici, nel clima di cinico disincanto e pessimismo tipico di questi tempi gravi, ora Istituzioni e panificatori premono invece perché diventi un evento milanese annuale.

La più importante manifestazione di Milano Food City 2018, organizzata a scopo benefico dai Frati con la famiglia di panificatori Marinoni, ha infatti avuto uno straordinario riscontro, grazie anche alla grande disponibilità del centinaio di maestri dell'Arte bianca venuti da ogni Regione per sfornare in diretta e gratuitamente le loro prelibatezze.

Con 200.000 visitatori, oltre 80 articoli giornalistici sulle principali testate nazionali e locali, dalla Lombardia alla Puglia, notevole è stata anche la eco lungo lo Stivale di 'Pane in Piazza'.

E non da meno la raccolta di offerte, con un ricavato complessivo di € 60.000 che permetteranno la realizzazione di un panificio industrialea Dire Dawa, in Etiopia, il “St. Augustin Bakery”, voluto dal Vescovo locale, Mons. Angelo Pagano, Frate Minore Cappuccino e Vicario Apostolico di Harar.

L'obiettivo è di largo respiro: mettere a disposizione del territorio di missione un buon pane a costo accessibile, dare lavoro ai giovani e sostenere le opere sociali della Diocesi, orfanotrofi, scuole, ospizi e ospedali.

Dichiara il coordinatore dell'iniziativa, Fra Mauro Miselli: “Abbiamo lanciato il cuore e la speranza al di là dell'ostacolo e siamo davvero commossi per la partecipazione riscontrata. Ancora una volta Milano ha dimostrato il suo proverbiale buon cuore; inoltre, siamo davvero grati alle istituzioni cittadine che hanno espresso forte interesse a sostenere una nuova edizione di “Pane in Piazza” nel Maggio del prossimo anno ”.

La macchina organizzativa di 'Pane in piazza' dunque riparte. 

Ufficio stampa Missioni Estere Cappuccini onlus

 

4,75 GB (31%) di 15 GB utilizzati
Ultima attività dell'account: 5 minuti fa
Dettagli