Urbanistica: piano di riqualificazione urbana

I sette scali ferroviari dismessi dovranno essere considerati nel loro insieme come un incentivo alla trasformazione della città.

L'assessore all'Urbanistica Pierfrancesco Maran ha recentemente dichiarato in un'intervista alcuni progetti del suo quinquennio continuando il lavoro della Giunta precedente ma osservandolo in una visione generale.
Utilizzare cioè gli scali – ha precisato l'assessore - per cucire il centro con la periferia attraverso una progettazione organica dei sette scali, attraverso un concorso e individuando, con procedure trasparenti chi lo svilupperà.
Si dovrà considerare quanto già esiste di privato e come sviluppare, coordinandolo con l'esistente l'intervento pubblico, stabilire spazi di confronto ma anche tempi certi di operatività, e operare in modo che ogni scelta si inserisca bene nel contesto.
Inoltre vi sono altre urgenze, altri lavori da completare come il quartiere Adriano, Santa Giulia, cascina Merlata, ed è proprio in queste prime settimane di lavoro che l'assessore si dedicherà alla ricognizione di tutti gli interventi da completare.