Aperta “La Casa della collaborazione” del Comune

Nell'ambito dello “sharing economy” è nata, nell’immobile comunale di vicolo Calusca 10,“La Casa della collaborazione”, il luogo dove promuovere il dibattito pubblico, la comunicazione, la formazione e l'informazione sulla “sharing economy”.

Lo spazio ospiterà il primo sportello cui i cittadini e gli operatori potranno accedere per approfondire i diversi aspetti dell’economia collaborativa.
L’iniziativa è stata presentata dall’assessore Cristina Tajani, durante il “Milano Sharing city”, l’appuntamento che ha riunito e messo a confronto, nel pomeriggio del 6 luglio, presso gli spazi dell’Expo Gate, gli oltre 70 operatori della sharing economy presenti.
La rete di coloro che operano nell’ambito della “sharing economy” accreditati presso il Comune è composta per il 65% da operatori e per il 35% da esperti. Gli ambiti di riferimento degli operatori sono: lo sviluppo economico (35%), l’inclusione sociale (35%), la formazione e l’innovazione tecnologica (30%).
L'assessore Tajani si è così espressa in merito: Siamo la prima città italiana ad aver intrapreso un percorso strutturato di promozione e valorizzazione della sharing economy. Oggi facciamo un passo in più mettendo a disposizione della città un luogo che sarà punto di riferimento per tutti gli interessati a condividere, sviluppare e promuovere idee e progetti legati al mondo della sharing economy.
Tutte le informazioni per partecipare alla selezione del soggetto gestore sono disponibili sul portale del Comune www.comune.milano.it nella sezione bandi e gare. Il termine ultimo per la presentazione dei progetti e delle domande è previsto per le ore 12 del prossimo 30 settembre.