L'agorà milanese

Si vuol fare di Largo Antonio Ghiringhelli il salotto della Scala, come avevamo già scritto in un precedente articolo, ed è per questo che il Comune ha deciso di sfrattare gli scooter dalla piazza.

È già stato dato parere favorevole dalla Soprintendenza alle Belle Arti e Paesaggio e dal Municipio 1.
Si vuole, oltre che dare bellezza estetica al quartiere, creare una piazza che respiri il sapore dell'antica agorà ellenica, un luogo dove incontrarsi, conversare, dialogare, discutere, passeggiare e
ritrovarsi, dove ripristinare quell'uso utilizzato un tempo dai pedoni.
I lavori dovrebbero iniziare ad ottobre in modo da poter essere conclusi entro la fine di novembre in modo da essere pronti per l'inizio della stagione scaligera. Sapranno i cittadini creare quell'atmosfera accogliente e popolare, con i milanesi a conversare di calcio, di sport, dei problemi della città, i turisti che la potranno considerare il fulcro aperto verso le direzioni delle loro visite culturali che si trovano nei suoi dintorni.
Piazza della Scala ha una storia lunga quanto la città, ricca di mutamenti, di costruzioni, abbattimenti, modifiche, ma speriamo che il progetto di sistemazione di Paolo Portoghesi, se si riuscirà a completare, soprattutto per la reperibilità dei fondi, porti a una soluzione ottima e definitiva.