Leggere un libro durante la coda agli sportelli, nasce in via Larga “Biblioteca in attesa”

Un certificato, un documento. Spesso i tempi sono lunghi per l’attesa agli sportelli

Se almeno chi è in coda potesse leggere qualcosa il tempo passerebbe più in fretta. E da oggi, come a Fiera Milano Rho e in altri punti cittadini, anche nella sede dell’anagrafe di via Larga è “Tempo di Libri” e nasce il progetto “Biblioteca in attesa”. Nel Salone centrale della sede di via Larga è presente un piccolo punto di prestito bibliotecario mobile, allestito con arredi leggeri in cartone. Così i cittadini in attesa del loro turno potranno prendere in prestito i libri che si trovano sugli scaffali, sfogliare quotidiani e riviste, ma anche consultare su tablet il catalogo online del Sistema Bibliotecario di Milano e l’edicola internazionale di MLOL (la rete italiana di biblioteche digitali).I cittadini saranno aiutati da un bibliotecario presente vicino la postazione per l’accesso ai servizi bibliotecari e per promuovere le biblioteche e le attività di SBM. Finalità dell’iniziativa è anche quella di coinvolgere più persone alla lettura. “Biblioteca in attesa” inizialmente vedrà una fase sperimentale con 500 volumi destinati a un pubblico eterogeneo. Tra i titoli a disposizione dei cittadini, che potranno prendere in prestito i libri e restituirli in una qualsiasi delle biblioteche del Sistema Bibliotecario Milanese, bestseller di narrativa, saggi, libri di attualità e libri dedicati ai più piccoli. L’idea arriva dalla Biblioteca Parco Sempione che si occuperà del monitoraggio in questa fase sperimentale insieme alla direzione Servizi Civici. Il servizio bibliotecario sarà garantito durante la fase sperimentale oggi, 20 aprile, il 4 e il 18 maggio e il 1° giugno, mentre negli altri giorni, per la libera consultazione, rimarrà attivo l’allestimento e la dotazione di circa un centinaio di libri. 
Manuelita Lupo