PRIMA DI STARBUCKS ERA “IL GNOCCHI”

Un sesto caffè Gnocchi viene menzionato nella contrada dei Profumieri nel vecchio isolato del Rebecchino adiacente il Duomo, demolito nel 1875: ma di quest’ultimo purtroppo non è emersa alcuna notizia architettonicamente o storicamente rilevante.
Baldassarre Gnocchi. Imprenditore arguto con un debole per la raffinatezza e l’eleganza, alla costante ricerca della sperimentazione: i suoi caffè furono tutti diversi e mai fossilizzati su un unico standard. Fondatore di un piccolo impero; neanche troppo per l’epoca. Presidente della società dei caffettieri
milanesi, venne premiato nel 1867 dalla stessa con la medaglia d’onore per la sua dedizione al lavoro ed il suo costante impegno.
Delle sue caffetterie non è praticamente rimasta traccia ma grazie ai nostri predecessori che vi transitarono, ne scrissero, vi sognarono e vi combatterono, siamo ancora in grado di ricordarli e, perché no, immaginarci ad uno di quei tavolini.
Riccardo Rossetti

BIBLIOGRAFIA
Guida di Milano in otto passeggiate del 1838.
Guida Ronchi, Milano e i suoi dintorni.
Milano un secolo di Alberto Lorenzi.
I caffè di Milano di S. Piantanida.
I caffè storici da Torino a Napoli di Nino Bazzetta da Vemenia.
Milano al caffè di Riccardo di Vincenzo.
Milano si accende Andrea Colombo.
Cronaca della rivoluzione di Milano di Leone Tettoni.
Cinquant’anni di vapore a Milano di Ogliari\Abate.
Milano in treno di Ogliari.
Ingegneria ferroviaria, Gennaio 2015- “il primo progetto di G. Milani per la stazione ferroviaria di P. Tosa” di S. Gallio.
La città illuminata di S. Righi.
Guida alla toponomastica Milanese di fine Ottocento di O. Brentari.
Prime stazioni a Milano di autori vari.
Milano ancora ieri di A. Vigevani
Treno di Lombardia di Ogliari\Margutti.
Il 1848 e le Cinque Giornate di Milano di A. Monti.
Le Cinque giornate di Radetzky di G. Ferrari.
Milano che sfugge di G. Romussi.
Storie di Posta, volume 9, maggio 2014.