1987-2017: LA LIBERA UNIVERSITA’ DELLE DONNE COMPIE 30 ANNI

I festeggiamenti prevedono tre incontri: il 20 settembre, il 21 ottobre, il 15 dicembre

In Corso di Porta Nuova al 32 la LUD (Libera Università Delle Donne) il 20 settembre ha festeggiato alle 17.00 il trentennale della sua costituzione e della sua attività. Lunedì 25 un gruppo di donne di differente estrazione sociale e culturale si sono associate con l’intento di dar vita a Corsi di Educazione per adulti e di cogliere il meglio delle esperienze dei Consultori di salute delle donne. Martedì 26 oltre 200 socie e altre 500 che seguono le attività preposte: corsi, gruppi di discussione, seminari, incontri con scrittrici, artiste ed esponenti politiche. Ancora è il luogo che tiene vivi in città la ricerca e il pensiero delle donne accanto ai temi del confronto di religioni, di globalizzazione, di biotecnologie, di riflessioni che impegnano la società contemporanea dando rilievo a come possano interagire diverse identità in modo rispettoso e tollerante. Presenti la leader storica Lea Melandri, presidente attuale LUD, Anita Sonego che hanno raccontato le esperienze degli inizi costitutivi, delle lotte intraprese, dei fallimenti ma anche dei riconoscimenti come l’assegnazione dell’Ambrogino D’Oro. 

I tre incontri previsti sono stati pensati all’insegna del ricordo, della memoria con proiezioni di immagini rievocative della LUD ma anche con uno sguardo al presente all’attività che si continuerà a portare avanti: alle iniziative nuove, ai laboratori aperti, ai corsi in via di realizzazione, alla pubblicazione del Notiziario 2017, alla raccolta fondi con la messa in asta di un  quadro donato da Chiara Corio e di altri oggetti di pregio, alla distribuzione di biglietti per una lotteria a dicembre accanto al tradizionale mercatino natalizio e alle attività culturali con lettura di scritti, poesie, pensieri delle donne interpretati dall’attrice MariaSofia Alleva, alla rappresentazione teatrale su testi di Agnese Seranis, a cura de “Il Gruppo”Siena, regia di Albalisa Sampieri. Il tutto arricchito da rinfreschi e brindisi. Cin Cin e buon anniversario alla LUD!

Giusi De Roma