LA VOCE DELLE FORZE POLITICHE

Spari in via Idro

Abbiamo saputo che sono stati esplosi colpi d’arma da fuoco nella giornata di sabato 11 nel campo rom di via Idro. La notizia, certa e comprovata, non è apparsa sui quotidiani e il comune di Milano, proprietario dell’area ove è presente il campo, non ha fornito alcuna comunicazione né ai consiglieri di zona né a quelli comunali. La situazione è allarmante. Le Forze dell’ordine hanno la certezza della presenza di un vero e proprio arsenale all’interno e nelle aree limitrofe del campo nomadi, ma manca la volontà politica di intervenire.
Successivamente agli spari, la polizia, allertata dai cittadini di via Idro, è intervenuta prontamente ma i rom che occupano il campo hanno formato una catena umana di fronte all’ingresso, impedendo l’ingresso ai militari.L’identikit di chi oggi occupa il campo rom di via Idro non è quello di una povera persona emarginata che ha bisogno di aiuto, anzi, sono presenti veri e propri criminali.
Al posto del campo rom, il Gruppo Lega Nord avrebbe già in mente un progetto di parco con giochi per bambini che potrebbero divertirsi immersi nella natura innanzi al Naviglio Martesana.
Sappiamo inoltre che diversi rom che avevano ricevuto dall’attuale amministrazione comunale 8mila euro per abbandonare il campo e cercare una nuova dimora, vivono ancora in via Idro. Oltre al danno la beffa!
Samuele Piscina 
Capogruppo Lega Nord Consiglio di Zona 2, Milano