Al via l’iter per l’affidamento del canile e gattile di via Aquila

Il raggiungimento del massimo grado di benessere possibile per cani e gatti ospitati, un controllo veterinario costante, la sterilizzazione di tutti gli animali che non sono di competenza Ats, l’adozione o l’affido del maggior numero di animali nel minor tempo possibile, con controlli post-affido, la sensibilizzazione dei cittadini in merito all’importanza delle attività di contrasto al randagismo e della garanzia di una dignità agli animali abbandonati.
Sono questi gli obiettivi ultimi della delibera che detta le linee d'indirizzo per l’affidamento, con procedura aperta di gara in ambito UE, dei servizi e delle attività relative al ricovero di animali d’affezione presso il Parco canile rifugio di via Aquila.
La gara prevede la suddivisione dei servizi in tre lotti, relativi rispettivamente al canile, al gattile e alle attività veterinarie, per mantenere la continuità dei modelli gestionali in essere, ritenuti adeguati. In particolare, si è ritenuto utile mantenere separati l’affidamento dei servizi relativi alla cura dei cani e dei gatti in quanto portatori di esigenze molto differenti tra loro; allo stesso modo, si è voluto garantire imparzialità, obiettività e autonomia di controllo e coordinamento delle attività che si svolgono all’interno del canile ai servizi di direzione sanitaria e veterinaria.
La gara prevede il criterio di aggiudicazione a favore dell’offerta economicamente più vantaggiosa; la durata del contratto sarà di 36 mesi a partire dalla data di inizio del servizio, con facoltà per l’Amministrazione di proroga per un periodo di massimo un anno; il costo complessivo stimato è di 1.754.974,76 distribuito tra i servizi di canile, gattile e attività veterinarie.