L'open day di domenica alla stazione Susa

Un’area speciale dedicata ai bambini in collaborazione con il Gruppo LEGO
Gruppi al completo.

Arrivo della talpa alla stazione M4 di piazzale Susa

Sono state più di 500 le persone che hanno scelto di registrarsi in anticipo per l’open day di domenica 21 maggio, quando il cantiere Susa della nuova metropolitana di Milano è stato aperto ai cittadini. I gruppi del mattino e del pomeriggio erano quasi tutti al completo, infatti, non tutti quelli arrivati senza prenotazione, hanno potuto partecipare. 
Dalle ore 10 alle ore 18, in gruppi di 25 persone guidate da un esperto, è stato possibile scoprire come nasce la linea blu: vedere da vicino la talpa, ossia la TBM che sta scavando le gallerie, oppure camminare lungo il mezzanino della futura stazione o, ancora, ascoltare le informazioni e le curiosità raccontate da ingegneri e tecnici quotidianamente impegnati nella costruzione di questa fondamentale opera per Milano. L’ingresso libero, previa registrazione in loco con documento di identità, nel gazebo allestito nei giardini di viale Argonne, tra via Lomellina e via Cortona. I gruppi entravano ogni 15 minuti e la visita aveva una duratai circa dello stesso tempo.                                                                                                                     
Presente anche uno spazio realizzato in Collaborazione con il Gruppo LEGO per i piccoli costruttori che potevano provare la loro creatività in un’area di gioco libero colma dei famosi mattoncini colorati.
La M4 collegherà direttamente il centro della città con il quartiere Forlanini (Milano est - fino all’aeroporto di Linate) e il quartiere Lorenteggio (Milano ovest - fino a San Cristoforo). Sarà una metropolitana leggera ad automazione integrale senza guidatore a bordo (driverless), con porte automatiche di banchina e sistema di segnalamento CBTC (Communication based train control). La linea (15 Km di estensione e 21 stazioni) avrà una capacità di trasporto di 24mila passeggeri per ora e per direzione. Fatta salva la zona del deposito-officina, tutta la linea si sviluppa in sotterraneo, con 2 gallerie di linea a singolo binario per senso di marcia.