Traffico impazzito

Automobilisti innervositi, commercianti penalizzati

La chiusura di un pezzo consistente di corso Buenos Aires e di Via Valtellina la domenica prima di Natale, non è stata una scelta felice. le auto sono  rimaste paralizzate sia nel primo tratto del corso, da dove defluire  lungo viale Tunisia e viale Regina Giovanna, creando un caos inenarrabile; sia quelle costrette a passare da via Farini ingolfata da far paura tanto che a tratti qualcuno occupava anche il senso di marcia contrario.  A pagare le conseguenze di questa decisione  sono stati i milanesi e i commercianti. Una scelta che non ha senso. Anche le feste di via ormai hanno perso il loro profumo   antico, oggi sono diventate solo occasione di basso commercio, bancarelle da mercato, non festa d'incontri, di ricordi, di valorizzazione
dell'opera di artigiani e di artisti locali, di socializzazione, ma di un momento caotico in strada.