Bilancio partecipato, le richieste del Municipio 4

Nuovo volto al “Bilancio Partecipato”, progetto culturale di collaborazione al policy-making, sperimentato due anni fa. Si tratta di un percorso in cui i cittadini sono chiamati a proporre, discutere, co-progettare, votare, e dunque approvare, la realizzazione di progetti all’interno di un budget predefinito. L’edizione sperimentale, avviata nel 2015, è stata gestita direttamente dal Comune di Milano, tramite una società terza, col ruolo di “facilitatore” nelle varie fasi del percorso, senza coinvolgere appieno il Consiglio di zona, ora Municipio. Tale esclusione non ha garantito ai cittadini una completa informazione circa i fini del progetto e la tipologia di interventi finanziabili, rallentando l'esecuzione dei progetti votati. L’edizione del Bilancio Partecipativo 2017 sarà condotta invece assieme al Dipartimento informatica dell’Università statale di Milano, all’interno del progetto scientifico EMPATIA. Tale  progetto sarà caratterizzato dalla partecipazione dei Municipi, delle associazioni, dei comitati, delle università, anche attraverso la nuova piattaforma digitale sulla quale si svilupperà il processo “dalla proposta, al voto, sino al monitoraggio della realizzazione”. Gli ambiti di intervento sono: “Coesione Sociale, Arredo Urbano, Sicurezza, Mobilità, Verde”, le cui competenze rientrano nelle funzioni attribuite al Municipio dal Regolamento dei Municipi del Comune. 
In sostanza, si possono finanziare spese in conto capitale, cioè per investimenti straordinari, quali: rifacimento di coperture di edifici scolastici; acquisto di attrezzature informatiche o arredi per le scuole; ristrutturazione dell’arredo urbano di piazze o vie; riqualificazione di spazi lettura nelle Biblioteche comunali; interventi di recupero all’interno di cascine; creazione di orti urbani nelle case popolari di proprietà del Comune. 
Il percorso prevede tre fasi. Ascolto: incontri pubblici per la raccolta delle esigenze delle comunità locali; Co-progettazione: laboratori per ideare gli interventi proposti; Voto online: scelta dei progetti da realizzare tramite la nuova piattaforma digitale realizzata dal Dipartimento informatica dell’Università degli Studi. Alla fine, il Monitoraggio dei progetti selezionati. Tutto questo dovrebbe avvenire entro ottobre 2017.
Per una buona riuscita e soprattutto per consentire ai cittadini di partecipare al progetto, il Municipio 4 ha chiesto al Comune:
di nominare un referente per Municipio, che lavori in concerto con la Giunta comunale, il Dipartimento informatica dell’Università statale e i Municipi, per semplificare le procedure, la trasmissione delle informazioni, gli aggiornamenti sulle tempistiche, le scadenze. 
che le fasi del progetto Ascolto, Co-progettazione, e Monitoraggio siano gestite dal Municipio, tramite le Commissioni di competenza, singole o congiunte, diventando periodicamente luogo di ascolto, analisi, valutazione tecnica della fattibilità dei progetti e laboratorio del Bilancio partecipativo; 
che la fase di Ascolto sia sviluppata anche tramite assemblee pubbliche, articolate in vari luoghi del territorio interessato, per il Municipio 4: 
XXII Marzo, Archimede - viale Corsica, Campania- piazzale Libia, corso Lodi – Corvetto, Molise, Calvairate.
Forlanini, Salomone, viale Ungheria, Ponte Lambro
Rogoredo, Santa Giulia.
Lucio Oldani