Giardino delle culture: sogno realizzato

Il Gruppo quartiere Suffragio continua a trasformare e vivacizzare la sua zona, dopo aver fortemente voluto il Giardino delle culture, all’angolo Morosini/Bezzecca, 1.250 mq riconvertiti da frammento urbano degradato per anni a spazio pubblico per attività culturali e ricreative.

Accanto a questo gruppo, grande fautore del Giardino è stato il consigliere di zona Carmelo Lupo, deceduto di recente. La malattia gli aveva impedito di essere presente alla festa d’inaugurazione, il 19 aprile, quando la gente del quartiere aveva allegramente invaso lo spazio, insieme al vicesindaco Ada Lucia De Cesaris, al presidente del CdZ 4, Loredana Bigatti, e a Lino Faccincani, altro “fan” del Giardino,  anche con un contributo economico. Il Giardino è una delle prime aree condivise, con recinzione, animato da sedili e luoghi d’incontro e, per i bambini, i giochi della tradizione: la pista per le biglie, il “mondo”, e anche una scacchiera con tanto di grandi scacchi. A rendere unica e bella l’area, due enormi murales sulle facciate cieche degli edifici adiacenti del writer Millo, alias Francesco Camillo Giorgino, che vi ha dipinto le figure stilizzate e gli intricati scenari urbani per cui è noto in tutta Europa. 
È un piacere ora vedere i piccoli, e non solo,  divertirsi con i giochi e le iniziative proposte dalle associazioni, Comitato XXII Marzo, Associazione È-Vento,Teatro Laboratorio Mangiafuoco, che avevano presentato il progetto e provveduto a realizzarlo. 
Noi proponiamo un piccolo atto gentile: in un angolo del giardino una targa a ricordo di Carmelo Lupo. 
GDB