Istituto Sottocorno a Rogoredo

Mancano aule

Negli ultimi dieci anni la popolazione scolastica del quartiere di Rogoredo: Santa Giulia e San Martino è molto aumentata, prima con l’insediamento urbanistico di Città 2000 (vie San Mirocle, San Venerio), poi con Santa Giulia. Di conseguenza le aule dell’Ics “Pasquale Sottocorno” sono sature,  perfino i laboratori disponibili sono stati occupati dalle classi, ognuna con un numero di alunni elevato. 
La previsione per il prossimo anno scolastico 2016/17 è che, con ogni probabilità, mancheranno due aule per poter accogliere le domande d’iscrizione dal 22 gennaio 2016. Le famiglie della zona sono preoccupate per la mancata accettazione dei propri figli nella scuola di quartiere, anche in previsione di un possibile aggravio di tempo nel percorso casa-scuola. 
È prevista la costruzione di una nuova struttura scolastica nell’area Merezzate, ma la sua realizzazione non avverrà prima dell’anno scolastico 2018/2019. 
Negli ultimi anni sia la Dirigente Scolastica sia il Cdz 4 hanno informato della situazione e sollecitato l’Assessorato all’Educazione e istruzione. 
Per far fronte a tale emergenza, sono state considerate diverse ipotesi d’intervento, la prima delle quali è di destinare all’ampliamento della scuola la struttura delle ex-docce pubbliche, non più utilizzata dallo scorso novembre. 
A parere dell’assessore ai Lavori pubblici, Carmela Rozza, è possibile il cambio di destinazione d’uso dei locali ex-docce, ma i tempi di attuazione non sono compatibili con l’attuale urgenza. 
Per far fronte alla situazione, il Cdz 4 ha chiesto agli Assessorati competenti di impegnarsi per garantire già dall’anno scolastico 2016/17 le due aule necessarie per lo svolgimento delle lezioni, attivando nel contempo quanto necessario per una soluzione definitiva, a partire dall’anno scolastico 2017/2018. 
La soluzione temporanea sarebbe di recuperare aule all’interno dell’edificio dell’Ics Sottocorno, mediante interventi strutturali (abbattimento di una parete e realizzazione di una mobile) e riconvertire in aula scolastica il locale usato come biblioteca, trasferendo questa nel laboratorio di musica.                                                             
old