Piscina Caimi, iniziati i lavori

Dal mese di luglio, in via Botta, è aperto il cantiere per la ristrutturazione della piscina Caimi.

Come riportato dal nostro giornale a marzo dello scorso anno, lo spazio, di proprietà comunale, verrà riqualificato e gestito dalla Fondazione Pier Lombardo. Il progetto, degli architetti del Politecnico, riduce l'area dedicata allo sport sul lato Nord, con un nuovo ingresso su via Botta: si conservano le due vasche, ma quella grande si frammenta, con una vasca nella vasca e una parte ridotta per il nuoto, meno profonda e dimezzata nella lunghezza delle corsie da 50 a 25 metri. Il resto è a nicchie per idromassaggio e “un'area ludica” con possibilità di levare l'acqua in caso di spettacoli serali. Infatti, secondo la convenzione con il Comune, la piscina diventa anche una continuazione del Teatro. La struttura, chiusa dal 2007, recupererà la sua funzionalità come centro balneare e restituirà a Milano un patrimonio storico architettonico degli anni '30. La convenzione, che affida al Pier Lombardo per 25 anni la gestione, garantisce l'uso della piscina “in orari prestabiliti e tariffe comunali”, questo significa che non si sa quanto tempo sarà disponibile per il nuoto. I comitati di cittadini, che in questi anni hanno protestato per il timore della cessione di uno spazio pubblico al privato, dovrebbero essere rassicurati dal lungo lavoro fatto dal Comune con la Fondazione per garantire il funzionamento della struttura aperta a tutti.

Lucio Oldani