Rogoredo: case per i giovani

In edificio abbandonato

Uno dei vari edifici abbandonati a Rogoredo sta per essere recuperato e adibito a casa a basso costo per giovani dai 18 ai 30 anni. Si tratta di un edificio circolare, laboratorio conosciuto come “ex chimici” delle acciaierie Redaelli, che qualche decennio fa interessavano una vasta area del quartiere. Oggi, scomparse le fabbriche, lo spazio recintato, erba incolta e degrado tra la ferrovia e gli studi di Sky, è una terra di nessuno, rifugio di disperati. 
Il Comune, proprietario della palazzina, ha sbloccato i fondi necessari per il recupero, un milione e mezzo di euro, ottenendo due risultati: recuperare uno spazio in degrado e non perdere lo stanziamento del Governo del 2009. Destinato in origine al quartiere Sant’Ambrogio, il progetto era in stallo, così per non farlo decadere, il Comune ha deciso di realizzare i mini appartamenti low cost a Rogoredo, dove i posti letto per “under 30” sono aumentati a 44. Anche Loredana Bigatti, presidente del Consiglio di Zona 4 è soddisfatta, visto che dopo la destinazione della palazzina a poliambulatorio, saltata nel 2011, non si era riusciti a trovare un’altra destinazione e ora questo progetto è positivo “sia per i ragazzi che ci vivranno sia per il quartiere, visto che alcuni locali a piano terra saranno destinati a luoghi di incontro e per le associazioni della zona”.
Grazia De Benedetti