VIA ASCANIO SFORZA, PARTE LA PEDONALIZZAZIONE ESTIVA

A partire da stasera, venerdì 30 giugno e fino a sabato 30 settembre, via Ascanio Sforza - nel tratto compreso tra le vie Scoglio di Quarto e Conchetta - diventa pedonale nelle ore serali della settimana e per tutta la giornata nel weekend.

L’Amministrazione conferma il provvedimento già attuato nelle scorse estati per valorizzare l'area della Darsena e consentire a milanesi e turisti di vivere in sicurezza le strade e il quartiere caratterizzato da maggior presenza e transito pedonale durante la bella stagione. Il provvedimento è teso anche a contenere i disagi per i residenti della zona.
La pedonalizzazione estiva di Ascanio Sforza, già sperimentata con successo, consente di godere meglio dell'area 'Navigli e Darsena' ed è un’azione di riqualificazione di una delle zone più rappresentative della città, - ha dichiarato l’assessore alla Mobilità e Ambiente Marco Granelli. 
In particolare non potranno transitare le auto dal lunedì al giovedì dalle 20 alle 2 del giorno successivo, il venerdì e il sabato dalle 19 alle 3 del giorno successivo e la domenica dalle 19 alle 2 del lunedì successivo.
Per garantire un’adeguata compensazione alle esigenze di mobilità dei residenti delle vie limitrofe, nelle stesse fasce orarie saranno istituite Zone a Traffico Limitato temporanee in via Scoglio di Quarto, corso Manusardi, via Bettinelli e via Lagrange.
L’accesso alla ZTL sarà comunque garantito ai veicoli dei residenti e domiciliati nelle vie interessate dal provvedimento in possesso del permesso rilasciato dal comando di zona 5, mentre l’accesso all’Area Pedonale sarà garantito ai soli veicoli diretti a proprietà il cui accesso implichi la necessità di transitare nell’area pedonale stessa.
Potranno transitare in entrambe le aree anche velocipedi, mezzi di soccorso e polizia, i veicoli di supporto a manifestazioni o eventi, quelli che devono svolgere servizi essenziali nell’area pedonale (previa autorizzazione della Polizia Locale) e i mezzi degli addetti alla pulizia stradale.