VIA BENOZZO GOZZOLI UNA PISTA PER ALTA VELOCITÀ?

I residenti chiedono sicurezza

Gli abitanti di questo spicchio di città, zona Baggio, si sono riuniti nel comitato Viabilità Gozzoli/Isonzo e hanno raccolto circa 500 firme per chiedere rallentatori di velocità, una rotonda o “un intervento, qualsiasi”, per frenare la velocità dei veicoli che in via Benozzo Gozzoli, a Baggio, spesso percorrono la carreggiata tra i civici 104 e 160 a più di 100 chilometri orari.

“Da subito si potrebbe, per esempio, ricorrere ad autovelox mobili (il comune di Cesano Boscone, a poca distanza, lo ha fatto). Si potrebbe inoltre, con piazzole o passaggi zebrati, ridurre la sede stradale costringendo i veicoli a rallentare. Auspichiamo anche la realizzazione di parcheggi, oggi inesistenti... In via Gozzoli i residenti non possono infatti parcheggiare”. Tra le proposte, pure la realizzazione di rotatorie, sempre per abbassare la velocità media delle auto. “Il risultato, finora, è che a Cesano gli incidenti calano mentre da noi i pericoli restano”. Queste le dichiarazioni dei residenti.

Gli abitanti ricordano sempre Michele Di Biase, il ragazzo di 18 anni morto lo scorso anno, schiantatosi contro un palo della luce alle 2 di notte dopo aver perso il controllo del suo scooter.

Il presidente del Municipio 7 Marco Bestetti, interpellato dal Giorno, fa sapere che c'è stato un incontro a riguardo con l'assessore alla Mobilità Marco Granelli e che "...si stanno valutando interventi da sviluppare in diverse fas". Più che azioni di tipo strutturale, "...che hanno costi e tempi di realizzazione lunghi", si punta "...su un incremento della segnaletica e sull'eventuale posa di new Jersey che simulino il restringimento della carreggiata inducendo i veicoli a rallentare".

Tutto questo consentirà di agire in tempi più rapidi.