La Casa dov’è? A Baggio...

«Abitanti senza casa e case senza abitanti». Così i parroci delle fasce periferiche di Milano hanno efficacemente fotografato un problema di antica data che sta assumendo, in questi ultimi mesi, aspetti di grave e pericolosa emergenza.

Le notizie fanno impressione: migliaia di case occupate per citare solo Milano e Roma e disordini intorno ai campi nomadi. 
Il fenomeno degli sgomberi, le proteste dei cittadini e le loro iniziative tese a “difendersi”, l’opposizione alle Forze dell’ordine che vede talvolta insieme poveri, gente di malaffare e collettivi ideologici, i pianti, le grida e i silenzi di tanti volti impotenti...  ha scritto recentemente il cardinale di Milano, Angelo Scola (Il Sole 24 ore, 29 novembre 2014).
È un po’ anche in tale contesto che si colloca “La Casa dov’è?”, un’articolata iniziativa promossa dalla parrocchia Sant’Anselmo da Baggio (info: www.santanselmodabaggio.it). 
Il ciclo di conferenze mensili “Abitare”, da ottobre 2014 a maggio 2015, per concludersi con l’appuntamento del 5 ottobre 2015 “Benedetta, maledetta città”, una tavola rotonda tra Istituzioni civili ed ecclesiali sul tema dell’abitare insieme tra uomini nella città metropolitana. 
Il Cineforum tematico, con le proiezioni mensili da novembre 2014 a giugno 2015. 
Un percorso per interrogarci senza pregiudizi ideologici, cioè “abitare” uno spazio libero di pensiero, preoccupati solo di porci le domande vere che l’esperienza fa nascere nel cuore. Una riflessione su cosa significhi abitare una casa, la città, ma anche le relazioni e le situazioni dell’esistenza. Un’occasione per Baggio, un’occasione per Milano.
Romano Ranaldi
Associazione Giovani e Famiglia-CPM