CIRCOLO SOCIALE ANZIANI DI VIA CENISIO

Sono trenta i centri sociali di Milano, ma quello al civico 4 di via Cenisio, municipio 8 è considerato una vera eccellenza, sia per essere al piano terra accessibile ai portatori di handicap, sia per una recente ristrutturazione che ha dato una visione più moderna rispetto al passato, sia per la comodita’di avere di frontre la stazione del metro’5 Cenisio.

Il circolo organizza per i soci iniziative culturali, visite a mostre d’arte, a luoghi storici, spettacoli teatrali e musicali, corsi di ginnastica, pomeriggi musicali dedicati alla danza, con orchestra e cantanti; esiste pure una vasta sala ove tanti soci si dilettano al gioco delle carte e un servizio bar a disposizione degli ospiti.
Il centro è in relazione con altre realtà della zona, come il”Circolo Volta”, per organizzare tornei di burraco, di bocce e altre iniziative al fine di coinvolgere i soci a nuove attivita’ associative.
La Direzione del “Circolo”è affidata alla presidente Guarneri Gabriella; il vice presidente è Giuseppe Gusmaroli, tesoriere segretario Giovanni  Scala e tre consiglieri ce fanno parte del Comitato.
Lo frequentano ovviamente uomini e donne della terza età che hanno rappresentato e continuano a rappresentare un'importante risorsa del nostro patrimonio culturale.
Sono da ammirare per l’energia che hanno profuso nell’attività lavorativa, per l’esperienza che hanno trasmesso ai figli, ai nipoti, per il coraggio, l’entusiasmo nel sopportare gli inevitabili acciacchi dell’età, il disagio, l’amarezza della solitudine.
Ho intervistato alcuni di questi anziani e mi hanno espresso il piacere della convivialità, la forza dello stare insieme, di scambiare piacevoli conversazioni, la passione di coltivare interessi sociali: tutte queste iniziative sono state attuate con l’assistenza speciale dell’assessorato al sociale e alla famiglia del Comune di Milano.
Dal balcone della mia abitazione, che si affaccia sul “Centro”, nei pomeriggi del martedì e della domenica, ammiro coppie di entusiasti ballerini che si cimentano in danze di vario genere, accompagnati da musicisti che dal vivo intonano piacevoli motivi, canzoni anni 60/70: l’ascolto di queste celebri note mi rimanda al passato, mi rallegrano il cuore, portandomi ricordi, gioia e serenità.
Giuseppe Mascaretti