La Giunta delibera la riqualificazione del Museo dell'Acqua

La Giunta ha approvato il progetto di ristrutturazione del Museo dell'Acqua di via Cenisio 39, presentato da MM Spa, che lo gestisce anche se è di proprietà del Comune di Milano.

Lo stabile, che fu realizzato nel 1906 e restaurato nella seconda metà degli anni Settanta, oggi ospita il Museo dell’Acqua e apre al pubblico solo in occasioni speciali.
In merito si è espresso l'assessore all’Ambiente e Acqua Pierfrancesco Maran: Grazie a questo progetto, un importante spazio della città si trasformerà in un centro culturale sempre aperto a tutti.
Anche il Direttore Generale di MM Spa, Stefano Cetti, ha manifestato il suo compiacimento per il via libera dato dalla Giunta: Grazie al permesso concesso dalla Giunta, si realizzerà uno dei progetti più importanti che MM Spa ha in mente per la città di Milano, ovvero quello di creare uno spazio culturale dedicato all'acqua e all'importanza che questo bene ha per noi.
La vecchia centrale di via Cenisio 39 è un vero e proprio sito archeologico industriale: la sala macchine è completa di tutte le attrezzature per l’estrazione, la depurazione e l’immissione dell’acqua nella rete idrica milanese.
Si dovranno ricostruire i pavimenti, rifare gli interni e il giardino esterno.
La recinzione di piazza Diocleziano sarà rinnovata con un nuovo ingresso che sarà l’accesso principale all’edificio, aggiungendosi ai due ingressi dei civici 39 e 41 di via Cenisio.
I lavori, che partiranno tra un mese, avranno la durata di un anno.
Gli interventi sono completamente a carico di MM Spa che investirà 2.260.000 euro nel progetto. 
Flafer