Restaurato il monumento dedicato all'alpino ai giardini Bompiani

Prosegue l’impegno dell’Amministrazione per tenere viva la memoria della città e del nostro Paese.
Si è concluso l’intervento di restauro conservativo del monumento dedicato all’Alpino situato ai giardini Valentino Bompiani, in via Vincenzo Monti.

La statua rappresenta l’alpino Antonio Valsecchi, rimasto privo di munizioni, nell’atto di attaccare i beduini con il lancio di un masso. L’opera fu realizzata nel 1915 dallo scultore Emilio Bisi per commemorare i Caduti della Guerra di Libia e divenne successivamente simbolo degli alpini caduti in tutte le battaglie.

L’intervento restaurativo ha riguardato il recupero della componente lapidea attraverso la pulizia completa delle superfici dai depositi ferrosi legati alla vicinanza della linea tranviaria, il rifacimento delle stuccature dei giunti e la stesura di un materiale protettivo finale a base di cere microcristalline. La riqualificazione ha visto anche il reintegro del fucile e della baionetta in bronzo, in passato sottratti da ignoti, successivamente recuperati e conservati dal Comune in attesa di questo restauro. L’intervento è stato completato con la pulizia dell’ambito circolare in acciottolato e la protezione del basamento del monumento.

“Prosegue l’impegno dell’Amministrazione per tenere viva la memoria della città e del nostro Paese – ha sottolineato l’assessore all’Urbanistica Verde e Agricoltura Pierfrancesco Maran. - Il restauro si inserisce infatti in una programmazione di interventi di valorizzazione del patrimonio storico legati al Centenario della fine della Grande Guerra”.

Recentemente sono stati recuperati il Monumento ai Caduti di Musocco di piazza Santatorre di Monterosa, il Monumento dedicato ai Caduti ed alle Vittime Civili dei bombardamenti austriaci di via Tiraboschi e il Monumento ai Caduti dell’ex Comune di Crescenzago di via Don Orione. 
FlaFe