Un nuovo campo sportivo in via Aldini

Nel pomeriggio di mercoledì 10 aprile, una partita tra due squadre di bambini ha inaugurato il nuovo campo sportivo di via Aldini.

Oggi manteniamo una promessa che migliora la qualità della vita per gli abitanti della zona e diventa sicuramente valore aggiunto per tutta la città", ha dichiarato l'assessore ai Lavori pubblici e arredo urbano Carmela Rozza che ha partecipato alla manifestazione unitamente a centinaia di residenti.
La nuova opera è fra quelle che fanno parte degli oneri di urbanizzazione di Quarto Oggiaro che ha ospitato il cantiere per la Zara-Expo.  La cosiddetta periferia di Milano ha il campo sportivo più moderno di tutta la città dove i giovani trovano un luogo accogliente in cui praticare lo sport e lanciare le loro sfide al futuro. Quest'opera assieme al parco, in fase di completamento, e alla Zara Expo è il lascito di Expo per Quarto Oggiaro che, più di tutti, ha dovuto convivere con i cantieri per la preparazione di Expo 2015 - ha proseguito l'assessore Rozza.
L'opera, cui lavori sono durati circa un anno e hanno riguardato una superficie di 14.850 metri quadri, è stata realizzata dal Comune in collaborazione con MM. È con orgoglio che consegniamo oggi al quartiere un centro sportivo integralmente ricostruito. Una struttura con tutte le migliori tecnologie innovative, che vanno dall'impianto fotovoltaico (solare e termico, ndr) agli arredi di ultima generazione. Un'opera del valore di 2,5 milioni di euro che va ad aumentare il numero dei lasciti post Expo, una promessa mantenuta che migliora la qualità della vita per gli abitanti della zona e diventa sicuramente valore aggiunto per tutta la città ha dichiarato Stefano Cetti, direttore generale di MM SpA. Lo spazio è dotato di un campo di calcio a 11 con una tribuna metallica prefabbricata scoperta con 246 posti. C'è poi un campo di calcio a 5 con lo spazio per la sistemazione di una tribuna scoperta. Sono stati realizzati, inoltre, 5 fabbricati per gli spogliatoi, i locali del pronto soccorso e una struttura ricettiva del bar. Il campo preesistente era stato smantellato per realizzare la nuova galleria sottopassante Largo Boccioni. 
Davide Lorenzano