Atti vandalici contro murale antifascista a Niguarda

L'opera in via Ettore Majorana danneggiata per la quarta volta in un anno

Duro intervento di Angelo Longhi, presidente dell'Anpi Niguarda, contro i danneggiamenti reiterati all'artististico murale adiacente al nosocomio. L'atto vandalico, secondo il presidente, sarebbe da attribuirsi ad attivisti di Forza Nuova.
Questa volta si sono firmati, a differenza dei primi tre episodi. A giudicare dalla firma sono quelli di Forza Nuova, una delle sigle della galassia dell’estrema destra, tristemente famosa in Italia - ha dichiarato Longhi. - “A qualcuno di loro sarà sembrata cosa buona e giusta infangare il murale che ricorda i niguardesi, la loro storia e il loro contributo alla Guerra di Liberazione e i Caduti nella stessa tra i quali Gina Galeotti Bianchi, nome di battaglia “Lia”, uccisa insieme al bimbo che portava in grembo, a pochi passi dal murale, in via Graziano Imperatore.
Oltre al danneggiamento del murale, l'Anpi  Niguarda denuncia devastazioni alle stanze e sfregio di libri dell’Istituto pedagogico per la Resistenza.
Per chi desiderasse, su Youtube è disponibile un video di alcune fasi del restauro realizzato per la sezione dell’Anpi (Associazione italiana partigiani Italiani) “Nicolai Bujanov” al seguente link: https://www.youtube.com/watch?v=X5UH1UYzDrk. 
 Nicolò Canziani