Iniziati alla Bovisa i lavori di bonifica nell'area industriale "La goccia"

Quarantamila metri quadrati di territorio saranno risanati e restituiti ai residenti del quartiere

L’Amministrazione comunale deve fare tutto il necessario affinché i cittadini possano fruire appieno del loro territorio. Queste le parole profferite dall'assessore all’Urbanistica Alessandro Balducci, per delineare le intenzioni della giunta riguardo all'area degli ex-gasometri della Bovisa.
Buone notizie, dunque, per i residenti del quartiere che, finalmente, dopo moltissimi anni di divieto, potranno riappropriarsi dell'area su cui sorgeva l'ex area industriale conosciuta come “la Goccia”, ormai dismessa dal lontano 1994 e pesantemente contaminata da residui di metalli pesanti quali arsenico, cianuro, idrocarburi e anche alcuni composti organici cancerogeni. Inevitabili le polemiche di alcuni manifestanti, divampate circa il prospettato abbattimento di alcuni alberi presenti nell'area da bonificare (secondo una perizia condotta da un agronomo incaricato dal comune per una buona metà ormai malate o morte) e sfociate in una manifestazione in piazza Scala.
Cercheremo nell’esecuzione dei lavori di salvaguardare il più possibile gli alberi sani presenti sull’area, - rassicura l'assessore Balducci, - ma il nostro primo dovere è nei confronti della salute dei cittadini e del territorio, e faremo tutto il necessario per ridare loro qualità ambientale e urbana, come del resto ci impone la legge.
Dopo questo primo lotto di bonifica di 40mila metri quadrati, la giunta pianifica che entro un anno possano partire i lavori per un ulteriore lotto altrettanto esteso per la realizzazione di un grande parco pubblico e riqualificazione del territorio urbano.
Nicolò Canziani