La rinascita dell'area inutilizzata di viale Jenner

Una scuola per ragazzi affetti dalla sindrome di Asperger

L'obiettivo di Asp Lab, la scuola che sorgerà nell'area delle ex docce pubbliche tra viale Jenner e via Livigno, abbandonata da oltre dieci anni, che sarà gestita dalla Fondazione, Un futuro per l'Asperger, è accompagnare i ragazzi affetti dalla sindrome di Asperger, collegata all'autismo, verso una vita indipendente e autonoma grazie a una formazione adeguata e specifica che elimini le loro ossessioni e li porti all'acquisizione di competenze professionali, trasformando i punti di debolezza in punti di forza.
Si tratta di oltre mille metri quadrati in un fabbricato di un unico piano di proprietà comunale, messi a bando dall'Amministrazione nel 2015 con l'intento di promuovere il riuso del patrimonio edilizio non utilizzato.
Le questioni burocratiche e la firma del contratto sono state effettuate nella mattinata di martedì 14 marzo: il Comune ha concesso ufficialmente  alla Fondazione Un futuro per l'Asperger onlus l'immobile, in uso gratuito per 30 anni; la Fondazione si farà carico, in via preliminare, dei necessari interventi di ristrutturazione e messa a norma, della durata prevista di circa un anno.
Soddisfatto l'assessore a Casa e Lavori pubblici Gabriele Rabaiotti: Il nuovo centro di formazione e di abilitazione al lavoro rivolto ai ragazzi Asperger racconta nella concretezza il potenziale che questa città deve trovare il coraggio e la forza di esprimere.
La scuola, che verrà gestita in collaborazione con la cooperativa Cascina Bianca, ospiterà una cinquantina di ragazzi dai 16 anni.
L'Asperger è un disturbo dello sviluppo che colpisce circa un bambino su 100, e che la letteratura scientifica concorda nell'attribuire anche a personalità come Albert Einstein, Isaac Newton, Ludwig van Beethoven, geni assoluti che hanno fatto la storia dell'umanità. Facile capire, quindi, come con una guida dedicata ed esperta, le persone che ne soffrono possano conquistare una vita del tutto autonoma sia dal punto di vista sociale sia da quello professionale e quindi economico.
Famo

Nella foto l'assessore alla Casa e ai Lavori pubblici Gabriele Rabaiotti e Massimo Montini, presidente della Fondazione Un futuro per l'Asperger.