NUOVA PIATTAFORMA INFORMATICA PER LA BIBLIOTECA DERGANO-BOVISA

I prestiti e le iscrizioni saranno gestiti in modo efficiente e la biblioteca diventerà luogo di aggregazione e formazione.

1020 metri quadrati ,4095 iscritti, 45.000 volumi.  Ecco i numeri relativi alla Biblioteca Dergano-Bovisa, sorta nel 1993 in via Baldinucci nello storico quartiere industriale Bovisa, oggi in piena trasformazione urbanistica, vicino agli studi di design e al nuovo polo universitario del Politecnico di Milano. Ci racconta la direttrice, Monica Achille, che da giugno dello scorso anno segue questa struttura, che, grazie anche al collega precedente, la Biblioteca è una solida e bella realtà in zona ed è molto sentita da tutta l’utenza. Dal 18 settembre, con l’ampliamento degli orari di apertura, è garantito un servizio più completo. Praticamente tutti i giorni si offre un presidio con personale qualificato, solo il lunedì mattina è riservato a lavori di back-office. Inoltre per due serate la settimana è possibile servirsi della sala lettura fino alle 23. Ma quello che colpisce è il nuovo aspetto che assume la Biblioteca. Da mera gestione documentaria di libri o DVD, diventa luogo di aggregazione o addirittura formazione. Chi lo desidera può frequentare corsi di informatica over 60, o partecipare al Circolo del Computer, laboratorio pratico di informatica di base aperto a tutti. Non un corso, ma un gruppo di persone che condividono le loro competenze.

Innumerevoli le iniziative riservate ai piccoli. Un incontro settimanale di lettura ad alta voce per i bambini da 5 a 8 anni dove storie, racconti, filastrocche, favole selezionati dalle bibliotecarie vengono interpretati dalle voci di volenterosi e preparati lettori. Ultimo è l’interessante progetto “Hai visto un Re?”, festa sulla letteratura per bambini e ragazzi che si è svolta a fine settembre. Da non dimenticare che la biblioteca Dergano-Bovisa è gemellata con Shanghai; ricchissimo e sempre molto consultato lo scaffale in lingua cinese. Ma il grande progetto è l’adozione di un nuovo sistema informatico per gestire le iscrizioni e i prestiti. Ogni utente avrà a disposizione un’area personale, dove visualizzare i prestiti, salvare le ricerche e le liste dei preferiti. A breve si potranno gestire rinnovi e prenotazioni. Ci sarà una nuova grafica di presentazione e l’interazione con il catalogo che comprenderà gli ebook insieme ai libri tradizionali. L’ impegno iniziale sarà notevole ma la nuova piattaforma offrirà numerosi vantaggi. Per consentire il passaggio al nuovo sistema informatico, da venerdì 6 ottobre fino alle ore 14 di martedì 10 ottobre, la biblioteca sarà aperta ma non si potrà prendere o restituire materiale.  Tutti dovremo prendere confidenza con questa novità che contribuisce a rendere la Biblioteca Dergano-Bovisa il fiore all’occhiello del quartiere.