60MILA VISITATORI PER LA SECONDA EDIZIONE DI MUSEOCITY

L’installazione multimediale “Il Quinto Stato” in Sala delle Cariatidi a Palazzo Reale, visitata da mille persone nei tre giorni di Museocity, resterà aperta fino al 2 aprile con ingresso libero

Si conferma con questa seconda edizione il successo di Museocity Milano, che complessivamente, nei tre giorni di manifestazione, ha visto oltre 60mila visitatori nelle diverse sedi. Oltre 30mila le persone che, grazie all’iniziativa “Domenica al Museo” hanno seguito i percorsi di “Museo Segreto” nei musei civici e statali milanesi, scoprendo opere d’arte provenienti dal collezionismo privato - il tema di questa seconda edizione di “Museo segreto” - seguendo la mappa che indicava i percorsi in città, con alcune incursioni nell’area metropolitana. Tra i civici, nella sola giornata di oggi, il Castello Sforzesco ha totalizzato 7700 presenze mentre il Museo del Novecento quasi 5000.

Nella tre giorni di Museocity, oltre 1500 persone hanno visitato le Case Museo milanesi - dalla Fondazione Pini al centro Alik Cavaliere, da Casa del Manzoni a Casa Boschi di Stefano - quasi mille la Pinacoteca Ambrosiana e 4730 le Gallerie d’Italia in Piazza Scala. Ma i milanesi e i turisti appassionati di bellezza e di novità si sono spinti fino al MuFoCo a Cinisello Balsamo, allo Spazio WOW in viale Campania e al MIC -Museo del Cinema in viale Fulvio Testi - che è aperto con proiezioni speciali fino alle 21.

Mille visitatori hanno potuto ammirare in Sala delle Cariatidi a Palazzo Reale, dove l’installazione multimediale “Il Quinto Stato”, aperta al pubblico fino al 2 aprile con ingresso gratuito, ha raccontato con un linguaggio nuovo oltre cento capolavori conservati ed esposti nelle collezioni milanesi. Sold out anche i talk e le performance al PAC, per un totale di 2000 persone/spettatori.

E.L.