ADDIO A ERMANNO OLMI

Si è spento ad Asiago il regista Ermanno Olmi. Aveva 86 anni, era nato il 24 luglio 1931 a Bergamo. Regista autodidatta, pioniere nel campo del documentario, creatore di un linguaggio personale e fuori da ogni schema fin da opere come ”Il tempo si e’ fermato”, ”I recuperanti” e la ”Circostanza”, "Il posto" sperimentatore incessante ha portato al cinema il dialetto come lingua (”L’albero degli zoccoli”) (La leggenda del santo bevitore) e i grandi miti della tradizione cristiana (”Camminacammina”).

Ragazzo della Bovisa è un romanzo di Ermanno Olmi, edito per la prima volta nel 1986 dalla casa editrice Camunia di Raffaele Crovi. In seguito è stato ristampato nel 2006 presso la casa editrice Mondadori, collana " Piccola Biblioteca Oscar". L'autore scrisse questo romanzo tra il 1983 e il 1987, negli anni in cui la malattia di cui soffriva lo costrinse ad allontanarsi dall'attività cinematografica, rinunciando a un lungometraggio sulla Milano degli anni della guerra, concepito a partire dai propri ricordi d'infanzia e di adolescenza. «Ormai quella storia apparteneva alla pagina» e, nel 1987, quando Ermanno Olmi guarisce della malattia, pensa di non far diventare questo romanzo un film.