IL CARCERE DI BOLLATE IN SCENA

I detenuti del IV reparto diventano attori e registi in collettiva e realizzano un cortometraggio

Attività teatrale e formazione nel mese di ottobre si alternano nel carcere di Bollate che vede i detenuti scrittori, protagonisti e spettatori. Dal 9 al 13 ottobre 2017 all’interno del Teatro IN-Stabile della II Casa di Reclusione l'associazione Lieux Fictifs, realtà impegnata da anni nel lavoro sulle “frontiere” della società attraverso un lavoro artistico che include video e arti performative tiene un workshop intensivo "In Living Memory". Il progetto è realizzato grazie alla Comunità Europea e alla Cultural and Educational Agency of Bruxelles. Mentre con materiale d'archivio messo a disposizione dalla Fondazione Cineteca Italiana i detenuti- studenti realizzano un cortometraggio guidati da Caroline Caccavale e da Joseph Cesarini, fondatori di Lieux Fictifs, da Michelina Capato, direttrice artistica e regista della compagnia teatrale E.s.t.i.a., e da Roberto della Torre, responsabile dell’Archivio Storico di Fondazione Cineteca Italiana.

Con la pièce “Ci avete rotto il caos”, in scena il 12 e 13, il 19 e il 20 di ottobre tante storie si susseguono ma è come se fosse una.

La difficoltà di vivere la fragilità è una condizione che affligge il genere umano. Uomini che si sentono o che si devono sentire forti perché è questo che chiede la società, ma che a un tratto devono fare i conti con le loro insicurezze e le loro paure. Ed ecco che ci si ritrova in una dimensione  dove c'è bisogno di ricostruire un equilibrio nuovo. Basta mettersi comodi, ascoltare e lasciarsi travolgere dall’umanità dei detenuti.

GIUSI DE ROMA