COM’E’ BELLA MILANO

Gentili abbonati, sempre alla ricerca di itinerari nuovi e di luoghi curiosi, per l'arrivo della primavera propongo un percorso fuori dal centro che ci porti a conoscere angoli particolari di grande fascino.

Andremo quindi a visitare la Fornace Curti, in via Tobagi al numero 8. La storia di questo luogo incantevole ha radici antichissime, dobbiamo infatti risalire al Quattrocento quando, sotto il dominio Sforzesco, venne costruita la Ca' Granda con le sue bellissime formelle di terra cotta realizzate da Giosuè Curti, un nobile milanese della corte sforzesca che possedeva una fornace sui Navigli di Milano. Da tale fornace uscirono anche le decorazioni dell'Abbazia di Morimondo, della Certosa di Pavia, di Santa Maria delle Grazie, dell'Abbazia di Chiaravalle, del Duomo di Monza, del Teatro Fossati e di molti palazzi edificati nella nostra città. Tipica della produzione dell'area milanese ricca di argilla, la tradizione coroplastica dei secoli scorsi ha caratterizzato l'arte decorativa lombarda. Ancora oggi la Fornace Curti rappresenta un luogo unico dove storia, arte e tradizione si fondono offrendo al visitatore il sapore dei lavori di un tempo. Nel negozio che si può visitare all'interno sono esposti veri capolavori, dai tavoli da giardino splendidamente intarsiati a vasellame di ogni genere e misura, formelle che ritraggono tutti gli antichi mestieri che si esercitavano in Lombardia e molti altri oggetti interessanti. Sulla via del ritorno è d'obbligo una sosta alla Chiesa di San Cristoforo sul Naviglio. Questa chiesa sorge in un luogo strategico sulla via d'acqua che conduceva alla Lomellina. Edificata sulle rovine di un tempio pagano dedicato a Ercole, venne spontaneo dedicarla a San Cristoforo che lo ricordava nella corporatura possente. Nel 1176 era una semplice cappella da tetto a capanna, nel 1192 venne ricostruita e poi rimaneggiata nel Trecento quando le venne affiancato un ospedale per pellegrini. La chiesa di destra fu eretta sotto il patrocinio di Gian Galeazzo Visconti nel 1399 (voto per la cessazione della peste). Sulla facciata venne insignito il celebre stemma di famiglia con il biscione accanto a quello del comune di Milano con croce rossa in campo bianco. La chiesa più antica è quella di sinistra, con la semplice facciata a capanna è ornata da un ricco portale in cotto quattrocentesco, con mensole antropomorfe in marmo bianco e da un rosone gotico a raggi intrecciati di grande pregio. Il campanile con cuspide a coro cespide è l'unico in questa foggia conservatosi a Milano, pressoché autentico realizzato nel XV secolo. L'interno del complesso dal 1625 si presenta con due navate in seguito all'apertura dei due grandi archi nel muro che separava le due chiese. Pregevoli le statue lignee e gli affreschi rimasti.

Visto che le giornate ormai si sono allungate, possiamo spostarci nel vicino quartiere della Barona e visitare anche la chiesa dei Santi Nazaro e Celso. Questa chiesa esisteva anticamente in Barona fino dal XIV secolo e serviva come luogo di culto per gli sparsi abitanti di quella vastissima zona periferica. La chiesa, con i numerosi fondi agricoli e probabilmente la stessa Cascina Barona, apparteneva ai monaci benedettini del Monastero di San Celso, da cui deriva il nome della chiesa. S. Carlo Borromeo la elevò a chiesa parrocchiale nel 1567. All'interno notevole il confessionale in legno datato 1732. Il presbiterio, l'altare, l'ambone, il seggio, il tabernacolo e il pavimento sono stati rifatti nel 1980. Sopra l'altare pende un grande crocifisso in legno dorato costruito alla fine del XVI secolo.

Albertina Fancetti

Ed ecco le visite proposte per i mesi di marzo e aprile:

Martedì 6 marzo tour delle Cinque Vie. Ci troviamo alle ore 15 davanti alla fontana del Castello Sforzesco.

Martedì 13 marzo da S.Ambrogio a S.Maurizio. Ci troviamo davanti alla basilica di S. Ambogio alle ore 15.

Martedi 20 marzo visita al Quartiere Londinese e molto altro. Ci troviamo alle ore 15 in via Fratelli Bronzetti angolo via Archimede.

 Martedì 27 marzo visita alla Chiesa di S.Maria di Caravaggio e quartiere Tudor. Ci troviamo alle ore 15 in via Torino davanti all'OVS. Martedì 3 aprile itinerario descritto nell'articolo. Ci troviamo alle ore 15 da verificare.

Martedì 10 aprile Tour dei Luoghi Curiosi. Ci troviamo alle ore 15 fermata metro Lilla uscita via Cenisio.

Martedì 17 aprile Tour Gotico Rinascimentale e molto altro. Ci troviamo alle ore 15 in piazza Ferravilla. Ci si arriva con il tram numero 5 o la filovia 90/91.