GIORNATE FAI DI PRIMAVERA, BOOM DI VISITATORI PER LA 26ESIMA EDIZIONE

A Milano 10mila in coda per lo Stadio Meazza e 7mila per il Grattacielo Pirelli

Circa 65mila, è questo il numero dei partecipanti alle Giornate FAI di Primavera nel capoluogo meneghino. Il luogo più visitato è stato lo Stadio Meazza con quasi 10mila persone e a seguire il Grattacielo Pirelli con 7mila persone, per entrambi le code si sono chiuse alle 14.30, per eccesso di visitatori. Oltre 6mila persone sono entrate a Palazzo Clerici, tra l’altro era già stato aperto in altre giornate Fai. A Cusano Milanino più di 7.500 persone hanno preso parte alle visite di palazzi, ville e giardini. E complessivamente in provincia si sono contati oltre 55mila visitatori, 175mila in tutta la Lombardia che hanno visitato 185 siti. Insomma, una grande festa per la quale in Italia si sono messe in coda quasi 700mila persone per gli oltre 1000 siti aperti durante l’iniziativa, in 400 località. Un immenso patrimonio culturale che si è potuto ammirare grazie alla collaborazione di oltre 7.500 volontari e 40.000 Apprendisti Ciceroni. La 26ª edizione delle Giornate FAI di Primavera ha ricevuto la Targa del Presidente della Repubblica quale suo premio di rappresentanza. In collaborazione con la Commissione Europea nell’ambito dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale e con la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Protezione Civile, con il Patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, di tutte le Regioni e le Province Autonome italiane e di RAI Responsabilità Sociale. Un importante contributo alle Giornate del FAI è stato dato da aziende quali, Ferrarelle, acqua ufficiale del FAI ed Enel Energia ambedue Main Sponsor. Tra gli altri sponsor Banca Generali, Perfetti Van Melle e DHL ExpressItaly che hanno consentito gli spostamenti dei materiali nei siti delle Giornate FAI di Primavera. In ultimo, FAI ringrazia GEDI Gruppo Editoriale per la collaborazione oltre le Province, Comuni, Soprintendenze, Università, Enti Religiosi, FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta), le Istituzioni Pubbliche e Private, i cittadini e tutte le aziende che hanno voluto appoggiare la Fondazione e le 120 Delegazioni, agli 89 Gruppi FAI e agli 87 Gruppi FAI Giovani e ai 7500 volontari che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento un grazie per la loro collaborazione.

                                                                                                Manuelita Lupo