IL SANTO DEL GIORNO 11 maggio

Sant' Ignazio da Laconi Frate cappuccino

ALTRI SANTI: Sant'Antimo e compagni, San Fabio e compagni, San Francesco De Geronimo, San Gengolfo. San Gualtiero (Gualterio) di Esterp, San Maiolo, San Maiulo, San Mamerto di Vienne, San Matteo Le Van Gam, San Mocio (Mozio), Santa Stella (Eustella).

Ignazio nacque a Laconi, nel cuore della Sardegna, nel 1701. Non frequentò scuole e non imparò mai a scrivere, ma andava ogni giorno a messa e faceva ii chierichetto; di poche parole, parlava appena il dialetto sardo. Ventenne, scese a Cagliari, per chiedere ai cappuccini di San Benedetto di essere accolto in convento. I cappuccini, che conducevano una vita molto rigida, chiusero un occhio sulla sua malferma salute e nel 1721 gli permisero, con la mediazione di un marchese, di pronunziare la professione religiosa come fratello laico. Venne poi trasferito nel convento di Iglesias, destinato alle mansioni più umili e alla questua. Lo si vedeva ogni giorno, bisaccia in spalla, per le vie della città, al porto, nelle bettole. La sua morte nel 1781 fu pianta come la scomparsa di un amico, di una persona cara di cui si pensava impossibile una sua dipartita.