IL SANTO DEL GIORNO 13 aprile

San Martino I Papa e martire

Martino nacque a Todi nell'Umbria e studiò a Roma, ove si rese celebre per il suo sapere e per le sue rare doti e virtù. Era appena stato consacrato sacerdote quando Papa Teodoro lo mandò come nunzio a Costantinopoli a combattere l’eresia Monoteista. Dopo pochi anni, nel 649, il Papa morì e Martino venne richiamato a Roma a succedergli. La lotta contro le eresie fu la costante della sua vita ma gli causò molte amarezze. Accusato falsamente dagli eretici presso l’imperatore, venne legato e portato a Costantinopoli dove cercarono di fargli sottoscrivere gli editti che aveva condannato. Ma Martino rispose “Non possumus”.  Fu allora spogliato delle insegne pontificie, incarcerato e poi deportato in Crimea. Martino scriveva: “Vivo fra le angosce dell'esilio, spogliato di tutto, lontano dalla mia sede; sostengo il fragile mio corpo con duro pane, ma ciò non m'importa. Prego continuamente Iddio che, per intercessione dei Ss. Pietro e Paolo, tutti rimangano nella vera fede. Confido nella divina misericordia che chiuderà presto la mia mortale carriera... “Morì martire del dovere per la difesa della giustizia e della verità, il 16 settembre del 665, dopo 6 anni di dolorosissimo pontificato. Il suo corpo venne successivamente traslato a Roma.

ALTRI SANTI 13 aprile

Sant' Albertino da Montone, San Caradoco,  Santi Carpo, Papilo, Agatonica e compagni ,Sant' Ermenegildo, Sant' Orso di Ravenna