IL SANTO DEL GIORNO 3 marzo

Santa Cunegonda, imperatrice

Figlia di Sigfrido,primo conte di Lussemburgo, e di Edvige di Nordgau, discendente in linea diretta da Carlo Magno,sposo' nel 998, Enrico IV,duca di Baviera, che divenne imperatore (Enrico II) e che fu anch'egli canonizzato. Alla morte di Ottone, che non aveva eredi, Enrico fu incoronato re di Germania il 6 giugno 1002. Cunegonda venne incoronata regina, due mesi piu' tardi a Paderborn. Secondo la tradizione ella, d'accordo col marito, fece voto di verginale continenza. 
Quando Enrico divenne imperatore del Sacro Romano Impero, recò la corona imperiale sul capo della sposa. L'incoronazione avvenne in Roma per le mani di Papa Benedetto VIII, l'anno 1014. Avendo questa santa imperatrice, col consenso del suo sposo, fatto voto di verginità, attirò l’attenzione delle male lingue che riuscirono a diffamarla presso il re. Questi sospettò gravemente della regina come se il diavolo si fosse interposto tra i due sposi.  Cunegonda infatti, con fervorose preghiere, ottenne dalla divina misericordia di poter passare a piedi nudi su di un braciere, senza riportare la minima scottatura. Accertata con tale prodigio l'innocenza e la santità della sua sposa, Enrico s'accusò di troppa credulità e si gettò ai piedi della regina chiedendo perdono. Cunegonda era intenta a fabbricare un monastero per le monache benedettine in Kaffungen, quando la morte venne a rapirle lo sposo. Per 2 mesi governò il Sacro Romano Impero, prima di ritirarsi in convento. Lasciò il mondo e condusse una vita dedita alla preghiera, al lavoro, alla mortificazione e alla dura penitenza. Caduta inferma, non volle abbandonare il duro cilicio e con esso rese la sua anima a Dio. Rivestito dell'abito religioso, il suo corpo venne portato a Bamberg e sepolto accanto all'imperatore. Nel 1200 Papa Innocenzo III l'ascrisse nel numero dei Santi; e molti miracoli vennero operati sulla sua tomba.