IL SANTO DEL GIORNO 4 aprile

Sant' Isidoro di Siviglia, Vescovo e dottore della Chiesa

Protettore di internet, programmatori e studenti

Nacque a Cartagena nel 560 circa, da una illustre famiglia, imparentata con la casa regnante. Ebbe 3 fratelli, tutti santi. Isidoro venne educato nella pietà e negli studi dai suoi fratelli Leandro e Fulgenzio. Imparò la lingua greca, ebraica e latina e si specializzò nel diritto. Succedette il fratello San Leandro, nella cattedra episcopale di Siviglia. Scrisse molte opere, piene di pietà e di sapienza. La sua giornata era divisa tra la preghiera, la meditazione e la penitenza. Nel Breviario leggiamo questo su di lui: “Nessuna lingua potrà ridire quanto egli nell'episcopato fu costante, umile, paziente, misericordioso, sollecito nell'instaurare i costumi cristiani e la disciplina ecclesiastica, indefesso nel sostenerla con la parola e con gli scritti, ragguardevole infine per ogni ornamento di virtù». Si adoperò per la conversione dei Visigoti e combatté l’eresia ariana.  Morì il 4 aprile 636 a Siviglia