IL SANTO DEL GIORNO 4 maggio

San Ciriaco di Gerusalemme Vescovo e martire
ALTRI SANTI 4 maggio
Santi Agapio e Secondino, Sant' Antonina di Nicea, San Floriano di Lorch, Santi Giovanni Houghton, Roberto Lawrence, Agostino Webster e Riccardo Reynolds, San Silvano di Gaza e 39 compagni

La chiesa di S.Ciriaco ad Ancona è il monumento più insigne e l'inconfondibile punto di riferimento della città a forma di ancora.L'immagine di San Ciriaco, poi è stata impressa nei secoli sulle monete anconetane e ripetuta nelle opere degli artisti, così come il nome di San Ciriaco è stato incluso nei pubblici decreti cittadini e ripetuto nelle preghiere dei fedeli. Ciriaco fu Vescovo di Ancona sulla metà del IV secolo: il suo episcopato coincise con la fine delle persecuzioni romane ai tempi di Costantino imperatore. La leggenda racconta che fu S. Ciriaco, giovane palestinese, a dare le informazioni A S. Elena per ritrovare i resti della S. Croce sul Calvario, dentro una Cisterna. Da cui il nome Criaco : “quaerenda crux “ . Convertito ed approdato ad Ancona, ne divenne vescovo, con grande successo apostolico. Sempre secondo la tradizione, egli sarebbe ritornato, da vecchio, a Gerusalemme, pellegrino nei luoghi della sua gioventù e della vita di Gesù. Qui, la spada dei giustizieri di Giuliano l'Apostata avrebbe interrotto il suo viaggio. Le sue reliquie tornarono ad Ancona, e furono poste nell' anello dell'ancora formata dalla città adagiata tra mare e monte.