IL SANTO DEL GIORNO 8 marzo

San Giovanni di Dio, religioso.

Nacque nel 1495 in Portogallo. I suoi genitori erano poveri e molto pii. La sua giovinezza fu piena di innocenza e semplicità. Amava viaggiare e per questo lasciò la famiglia per uscire dal Portogallo. Quando cadde in estrema miseria, fu costretto ad arruolarsi nella fanteria di un conte di Castiglia, dove perse sia l’innocenza sia la semplicità. Quando dopo la campagna di Ungheria, contro i turchi, Giovanni venne congedato, tornò in Andalusia per andare a servizio di una ricca signora come pastore. La tranquillità e la pace di questo lavoro, lo fecero rientrare in se stesso e avvicinarsi a Dio. Riconobbe i suoi peccati, si impose una vita di austera penitenza, e si mise a servizio dei poveri, degli infelici e degli ammalati. Illuminato da Dio, compì atti di abnegazione e di eroica carità. Fondò un primo ospedale a Granada, dopo aver trovato i mezzi materiali dai benefattori che non mancavano. Ancora una volta, la santità non è sterile, e molti vollero seguirlo. Operò innumerevoli conversioni, in particolare nei giovani. Pose mano a innumerevoli opere. Si narra che durante un incendio dell’ospedale, passò indenne tra le fiamme per salvare i suoi ammalati. La sua morte, arrivò dopo una grave malattia, e nonostante le migliori cure della medicina dell’epoca, che una ricca signora volle che gli fossero praticate.Dopo la sua salita in cielo, la sua comunità prese il nome di “ Fatebenefratelli” e si attrezzò di una regola e dei voti religiosi. Fu canonizzato nel 1690 da papa Alessandro VIII.