Imprese di ricerca e sviluppo: il primato in Italia è a Milano

Sono quasi mille (su 5mila a livello nazionale) in Lombardia le imprese specializzate nel settore della ricerca e sviluppo tra biotecnologie, scienze naturali, ingegneria, scienze sociali e umanistiche, a Milano 584 imprese e 5.112 addetti

Emerge da un'elaborazione della Camera di commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi in occasione del convegno di Innovhub SSI sul bando europeo SME Instrument tenuto il giorno 22 nella sede della Camera di commercio a Milano e diretto alle imprese che innovano e puntano ai mercati esteri.
Le imprese della ricerca e sviluppo in Italia sono circa cinquemila e occupano 29 mila addetti. Tra i territori, prima per concentrazione di imprese è Milano con 584 e 5.112 addetti, seguita da Roma, con 555 imprese e 4.235 addetti, Torino con 219 imprese e 2.400 addetti e Napoli con 219 imprese e 700 addetti. Vengono poi, Bologna, Firenze, Bari, Padova, Trento e Brescia che superano tutte le 100 imprese.

Hanno oltre 7 mila addetti e pesano il 20% delle imprese italiane (4.987) e il 25% degli addetti nazionali del settore (29 mila). Milano concentra 584 imprese, il 12% del totale e oltre 5.100 addetti, ovvero il 18% nazionale. Vengono poi Brescia con 100 imprese, Monza e Brianza con 63 e Bergamo con 62. E il settore cresce, del 3% in Lombardia e del 4% a Milano in un anno e, rispettivamente, del 21% e 12% in cinque anni. Circa la metà delle imprese nel settore, sia in Italia sia in Lombardia, sono attive nella ricerca e sviluppo sperimentale nel campo delle scienze naturali e dell'ingegneria.