I TESORI DI MILANO NEI 999 SCATTI DI WIKI LOVES MONUMENTS

Castello Sforzesco, Cimitero Monumentale e Palazzo Reale i più immortalati dai fotografi che hanno partecipato al concorso internazionale

Le bellezze di Milano raccontate in 999 scatti. Il capoluogo lombardo è stato uno dei soggetti più amati dai fotografi professionisti e dilettanti che hanno partecipato a Wiki Loves Monuments 2017, il concorso fotografico internazionale che invita a documentare per immagini il patrimonio storico e culturale delle città.
L’iniziativa, conosciuta anche con l’acronimo WLM, è promossa e coordinata da Wikimedia Italia, Associazione per la diffusione della conoscenza libera, e ha tra i suoi obiettivi principali la valorizzazione dell’immenso patrimonio artistico italiano sul web. La volontà è quella di incentivare i cittadini a conoscere e documentare la propria eredità culturale attraverso pratiche di cittadinanza attiva, aumentando la consapevolezza sulla necessità di tutelare i monumenti e preservandone la memoria.
Il Comune di Milano ha aderito al concorso per aprirsi a una platea sempre più internazionale e per diffondere la cultura della conoscenza libera e della condivisione. 
Le 999 fotografie di Milano sono state caricate su Wikimedia Commons, l’archivio di file multimediali a supporto dei progetti di Wikimedia, e andranno ad arricchire le pagine di Wikipedia, l’enciclopedia online più consultata al mondo.
Castello Sforzesco, Cimitero Monumentale, Palazzina Liberty e Galleria Vittorio Emanuele II i più immortalati, accanto a numerose foto di quadri e opere d’arte ospitate nei musei cittadini.
In totale in Italia sono state scattate più di 20mila fotografie da 993 fotografi, 2.400 solo in Lombardia. Il nostro Paese è stato il terzo più attivo, su 52 nazioni, sia per numero di fotografi sia per numero di fotografie, alle spalle di Ucraina e Armenia che hanno superato i 37mila scatti.
In questi giorni la giuria nazionale sta visionando le fotografie per arrivare alla fase finale,  che decreterà i vincitori del concorso che saranno premiati dal presidente di giuria, il fotografo Settimio Benedusi.
Tutte le 20mila fotografie rimarranno a disposizione degli utenti su Wikimedia Commons e il Comune di Milano avrà la possibilità di utilizzare gratuitamente gli scatti della città per le proprie attività istituzionali di comunicazione e di promozione.