IN MILLE ALLA STATALE PARTECIPANO AI 9 FORUM DI MILANO MONDO

Successo di partecipanti agli stati generali. A metà dicembre a Milano incontro con 30 rifugiati organizzato con Unhcr.

Grande partecipazione nella mattinata di sabato 18 novembre all’Università Statale di Milano ai 9 forum tematici sull’immigrazione, appuntamento della seconda giornata di Milano Mondo, gli stati generali dell’immigrazione. Organizzati dal Comune di Milano per discutere di accoglienza, reti, progetti, integrazione hanno contribuito a tracciare il percorso futuro della città che ospita nei propri centri seimila tra richiedenti asilo, rifugiati, dublinanti e diniegati e dove risiedono 263.305 persone di origine straniera, il 23% della popolazione di cui 33.360 tra gli 0 e i 10 anni.

Ai diversi forum hanno partecipato circa un migliaio di persone tra cui molti cittadini che hanno potuto entrare nel pieno della discussione, accanto a rappresentanti di enti, associazioni, altri comuni d’Italia e d’Europa. Le conclusioni sono state affidate al sociologo Aldo Bonomi (partecipante al tavolo “Vivere e narrare l’immigrazione oltre la paura”, alla giornalista Milena Gabanelli (partecipante alla sessione plenaria) e all’assessore alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino che ha partecipato a più tavoli durante la mattinata.

Milano va avanti con decisione sulla strada dell'organizzazione dell’accoglienza di qualità e del-’integrazione, - ha detto l’assessore Majorino. - Nuove regole e nuove opportunità vanno realizzate nel nome sia dei diritti dei migranti sia di quello dei cittadini milanesi. Milano non si è mai girata dall’altra parte e chiede al Governo di accelerare il rinnovamento del sistema nell’interesse di tutti.

Tra le proposte emerse dai nove forum tre hanno ottenuto il massimo consenso: la realizzazione di un comitato di controllo nazionale sulla qualità dell’accoglienza nei diversi centri e l’attuazione immediata del piano di integrazione previso dal Ministero dell’Interno. Infine, in accordo con Unhcr Milano, a metà dicembre ospiterà un incontro di trenta rifugiati rappresentanti le reti europee che lavoreranno per redigere richieste all’Unione europea.

Si uniranno ai dieci punti presentati venerdì nella conferenza dal Comune alla conferenza di apertura con il sindaco Giuseppe Sala e l’assessore Majorino:

·       costruzione di un nuovo grande network tra città nazionali ed europee;

·       piano strutturato e straordinario per l’insegnamento e l’apprendimento della lingua italiana a partire dal progetto parl@mi attualmente esistente;

·       rafforzamento esperienze lavoro-formazione. Partenza, durante la prima settimana di dicembre, delle squadre “Bella Milano” per pulizia antidegrado;

·       apertura di una rete di sportelli anti-discriminazione, il primo alla Casa dei Diritti di via De Amicis 10;

·       realizzazione di un centro per assistenza alla relocation per corridoi umanitari legalizzati in Europa. Avviso pubblico a inizio 2018 per trovare sede e progetto;

·       creazione rete di mediatori culturali nei quartieri per favorire integrazione e gestire i conflitti;

·       a Casa Chiaravalle, il bene confiscato alle mafie più grande della Lombardia, centro per le donne vittime di abuso durante la migrazione e vittime di tratta e violenza, di origine straniera e italiane. La presentazione sarà mercoledì 23 novembre in occasione degli Stati Generali antimafia;

·       potenziamento del programma Sprar Milano (Sistema protezione richiedenti asilo e rifugiati) con aumento dei posti da 422 a 1.000 convertendo 578 posti di prima accoglienza straordinaria in percorsi di accoglienza personalizzata; chiusura bando per 150 nuovi posti accoglienza Sprar di minori stranieri non accompagnati;

·       collaborazione con CSI e Uisp e associazioni di Milano per fare accoglienza e integrazione attraverso lo sport;

·       realizzazione network buone pratiche e agenzia che racconti esperienze positive di integrazione.

Lunedì 20 novembre sarà di nuovo tempo di dibattiti con tre appuntamenti:

·       ore 9.30 - 13.00 presso la Sala del Consiglio comunale con “Labour-INT: L’integrazione dei Migranti nel mercato del lavoro.” Un approccio Multi-Stakeholder da un’idea della Confederazione europea dei Sindacati e di UnionMigrantNet;

·       ore 10.30-13.30 all’Università cattolica del Sacro Cuore - Cripta dell’Aula Magna Largo A. Gemelli, 1. Centro di Ricerca sulle Relazioni Interculturali: “Minori stranieri non accompagnati. Quale tutela

·       ore 14.30 presso il Centro delle Culture del Mondo, via Scaldasole, 5 con “Verso una Rete Mediterranea per la migrazione”. Presentazione del progetto agli attori del territorio milanese per la creazione della rete locale.

Milano Mondo chiuderà, come è iniziata, all’Anteo Palazzo del Cinema, in piazza XXV Aprile, 8. Alle ore 20 ci sarà la proiezione del film “Babylon Sisters” una storia di danza, e gli attori protagonisti del film, Rahul e Amber Dutta.

 Flavio Fera