Le Migrazioni all’Auditorium Martinotti

Via Vizzola 5, Auditorium Martinotti 29 gennaio dalle 11.00 alle 13.30 sono invitati docenti, studenti, istituzioni, associazioni territoriali alla presentazione di “Migrazioni: riflessioni, musica e immagini”, evento coordinato dall’Università Bicocca e dall’Associazione Italiana di Sociologia.

Le migrazioni sotto la lente di ingrandimento per osservare, discutere, pensare il fenomeno e non solo da un punto di vista accademico ma anche adottando linguaggi e testimonianze artistiche differenti. Pezzi musicali scelti dal panorama della musica etnica con l’orchestra laboratorio World Music della Bicocca, brani mirati letti da attori della Scuola Civica Paolo Grassi come “Lacrime di sale” di P. Bartolo e “Inciampi di vita. Se cadi rialzati, se ricadi rialzati ancora”, disegni in mostra di Francesco Piobbichi con una testimonianza di “frontiera”, poster di flussi migratori nazionali e internazionali del prof. Mario Boffi e della dott.ssa Sara Zizzarri del dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università Milano- Bicocca.

A portare i saluti istituzionali l’assessore alle politiche sociali Pierfrancesco Majorino, tra gli ospiti Pietro Bartolo, rappresentante dell'accoglienza dei migranti a Lampedusa, che racconterà la sua esperienza come medico dei migranti che giungono sull'isola, soffermandosi sull'esperienza di soccorritore in prima fila ai sopravvissuti delle traversate e testimone delle stragi. 

Interverrà Massimo Gottardi, responsabile della Casa di Accoglienza di Viale Ortles. Sarà presente Carlo Colloca, consulente della commissione parlamentare di inchiesta sul sistema di accoglienza dei migranti e Antonietta Mazzette, coordinatrice della comunità scientifica nazionale dei sociologi del territorio che farà un breve un breve bilancio della VII edizione dell'alta scuola di sociologia del territorio del 2017 a Lampedusa per progettare un'accoglienza sostenibile patrocinata dalla Camera dei deputati e dal Ministero della Giustizia e annuncerà la nuova edizione 2018.

Giusi De Roma