RADICAL SOUNDSCAPE

Venerdì 22 e sabato 23 settembre prossimi mare culturale urbano presenta Radical Soundscape, un progetto realizzato a San Siro con le donne migranti che abitano il quadrilatero. Il percorso con le donne ha prodotto una nuova etichetta di moda (Senza Peli sulla Lingua) e un radio dramma.  Le donne sono state coinvolte in un progetto di formazione sulle orme dell'esperienza che negli anni '70 Lea Melandri fece con le casalinghe di Affori allargando anche a loro la rivendicazione sindacale delle 150 ore, considerando il lavoro di cura come un lavoro a tutti gli effetti.

 

Nel weekend della settimana della moda milanese, per due giorni davanti all'ex Omni di via Zamagna si parlerà di lavoro, non lavoro, lavoro di cura e per due giorni sarà aperto al pubblico il temporary shop con i capi prodotti da Senza Peli sulla Lingua. Inoltre: - venerdì ci sarà una tavola rotonda e il concerto gratuito della rapper balcanica/svedese GNUCCI, considerata la Missy Eliott svedese, - sabato una cena collettiva e il radiodramma in forma performativa.

 

Il rapporto fra lavoro di cura, lavoro, non lavoro; la condizione delle donne migranti in una città come Milano, le loro problematiche quotidiane, quelle più profonde; la loro ricerca di spazi di socialità, formazione e crescita, al di fuori del tempo dedicato a casa e famiglia; la vita in una periferia in cui mancano spazi per le donne, creati da donne. Intorno a questi temi è nato Radical Soundscape, progetto di attivazione urbana di mare culturale urbano, centro di produzione artistica in zona 7 a Milano, a cura di Landscape Choreography (Maddalena Fragnito e Emanuele Braga), con la collaborazione di e Anna Raimondo, Mamme a Scuola, Tutti Insieme, Mapping San Siro, ShareRadio e con le fotografie di Gaia Suelo Giani, realizzato con il sostegno di Fondazione Cariplo nel contesto del progetto 64 Decibel. 

Protagoniste Niroshini, Hutpala, Howaida, Nadia, Noura e altre 20 donne migranti del Quadrilatero di San Siro, incontrate alla Scuola Primaria Cadorna in via Dolci, che abitano nel complesso di edilizia popolare di San Siro, il cosiddetto “quadrilatero”, realizzato tra il ‘35 e il ‘47, con abitazioni per la maggior parte di proprietà di Aler, azienda pubblica regionale. Landscape Choreography ha raccolto le loro esigenze e i loro desideri e progettato un intervento insieme ai soggetti che operano nel quartiere, ispirandosi alla conquista sindacale delle 150 ore lavorative retribuite ad uso scolastico e in particolare all’esperienza di Affori e via Gabro, quando negli anni ‘70 un gruppo di donne guidate da Lea Melandri e altre femministe allargarono l’iniziativa alle casalinghe della zona. Radical Soundscape ha così dato il via in primavera a un laboratorio dove, a partire da discussioni intorno le condizioni materiali delle proprie vite, si dava spazio per la produzione di nuovi immaginari. Questo percorso si è sviluppato in due ambiti, un laboratorio di sartoria e un workshop per la produzione di un radiodramma.

 

Programma di Radical Soundscape | davanti all’ex Omni in via Zamagna, angolo via Paravia
ingresso libero

 

venerdì 22 settembre 

ore 18.30 (ho altro da fare) – tavola rotonda intervengono Lea Melandri, Bianca Bottero, Beatrice Busi, Selam Tesfai, Landscape Choreography, Serpica Naro, Nancy Boktour e Mapping San Siro

A partire da racconti e pratiche su territori, si penserà al lavoro di cura - l’uno nei confronti dell’altro e delle nostre comunità – come concetto radicale da cui oggi immaginare nuove forme di produzione e di riproduzione sociale.

ore 19.30 senza peli sulla lingua – apertura showroom con le stiliste e aperitivo

ore 21.30 Gnu??i – in concerto

Ana Rab, nata a Belgrado e cresciuta in Svezia, la sua musica è un mix di hip hop, rap, dubstep, elettronica che scatena e coinvolge un pubblico diversissimo. 

 

sabato 23 settembre

ore 16.00 senza peli sulla lingua - apertura show room 

ore 19.00 turbo radio fiction – performance, radiodramma a cura di Anna Raimondo

ore 20.00 cena collettiva, catering a cura di Mamme a Scuola

 

Info complete su maremilano.org

Contatti: info@maremilano.org - tel. +39 3281737850 (info point) /+39 02 890 58306 (studio)