"SALPARE CON LE PLEIADI"

Presentato a ChiamaMilano il nuovo libro di Massimo Belloni.

Con la cura e l'attenzione di chi è abituato a soffermarsi su ogni singola nota, il maestro Massimo Belloni ci spiega la sua visione del mondo raccolta in pensieri, brevi riflessioni e aforismi.
Pianista, compositore e docente di pianoforte, ha deciso di limitare momentaneamente l'attività musicale, terreno a lui congeniale, per battere altri sentieri.
Così, dopo una carriera trentennale come insegnante alla Civica Scuola di Musica di Claudio Abbado e numerosi concerti in Italia, Germania e Giappone ha deciso di dedicarsi alla scrittura; e dopo "Narrazioni, risposte e aforismi" e "Il portacenere della fantasia" (pubblicati rispettivamente nel 2012 e nel 2014) è uscito in questi giorni "Salpare con le Pleiadi" per i tipi di EDB Edizione.
Se non vi sentite di intraprendere studi complessi e affrontare esami difficili per conseguire una laurea specifica, conferitevene una virtuale per conto vostro, raccontando ciò che vi sta a cuore. L’importante è che avendo qualcosa da narrare ci crediate voi stessi, senza piste prestabilite e domande affannose. Potreste ricevere suffragi ancor più graditi degli equivalenti elargiti dagli atenei, sostiene Belloni in questa riflessione sulla prevalenza delle qualità personali rispetto ai titoli accademici, anche se non lo riguarda da vicino, dato che il Diploma di Conservatorio equivale alla Laurea.
Dal Nostro ci giunge anche una ricetta per raggiungere la felicità: Lo stato di grazia sembrerebbe dettato dai sentimenti, ma la realtà lo riconosce a volte e più facilmente nella gentilezza, nel lavoro e nella solitudine. Un pensiero che riflette anche le caratteristiche proprie dell'autore se, chi l'ha conosciuto, non può non constatare un carattere gentile, dedito al lavoro che ama esercitare, come altri artisti, in modo appartato.
Per nulla serioso c'è anche spazio per l'ironia: Abbandonando i falsi miti circa le donne e i motori, conseguiamo la loro essenza nella forma del trasporto pubblico.
Massimo Belloni ci ha confidato di avere un taccuino sempre a portata di mano per raccogliere i suoi pensieri tra una lezione e l'altra: avremo presto una nuova raccolta. Mi ha poi incuriosito il suo progetto di uno scritto su un misterioso musicista italiano. 
Ruggero Biamonti