Maratona Manzoni

Domenica 8 ottobre nel Municipio 3 e a dicembre la lettura “in tutte le lingue” per gli stranieri che vivono in città

“Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno, tra due catene non interrotte di monti…” oppure “Addio, monti sorgenti dall'acque, ed elevati al cielo; cime inuguali, note a chi è cresciuto tra voi…”. Chi non conosce queste frasi del celebre romanzo di Alessandro Manzoni “I Promessi Sposi” che si riferiscono rispettivamente all’incipit della storia e all’Addio di Lucia, il brano del capitolo VIII, forse il più toccante e il più poetico. L’emozione dell’ascolto di questi brani, ma non solo, si potrà provare anche quest’anno con la quarta edizione della Maratona Manzoni che permetterà, ai cittadini che vorranno, di leggere ad alta voce il capolavoro di Alessandro Manzoni. Tre minuti di lettura per ogni lettore che si iscriverà all’iniziativa completamente gratuita. L’edizione di quest’anno anch’essa itinerante sul territorio cittadino con finalità culturale, ma anche di aggregazione toccherà il Municipio 3. Due gli appuntamenti previsti per domenica 8 ottobre, la mattina nell’anfiteatro urbano di via Rizzoli 13 (ore10-14), tra i giardini delle case popolari, mentre il pomeriggio sera, la lettura si terrà nel cortile fra biblioteca, auditorium e bar Joy Milano in via Valvassori Peroni 56 (ore 16-21). 

Si tratta di un’iniziativa - ha precisato Luca Costamagna assessore alla Cultura Municipio 3 - che rafforza i legami tra cittadini e amministrazione, inoltre c’è anche la collaborazione del Comitato Inquilini. E dopo il successo dell’edizione dello scorso anno che ha avuto oltre 200 lettori e oltre un migliaio di presenze di pubblico, quest’anno alla manifestazione si aggiunge una novità, a dicembre (il 16) ci sarà una giornata dedicata alla lettura dei Promessi Sposi “in tutte le lingue” (da quelle nordiche, islandese, norvegese, fino alla spagnola, araba, solo per citarne alcune) presso la Civica Scuola di Interpreti e Traduttori “Altiero Spinelli” e il Liceo Manzoni, esplorando l’archivio di Casa Manzoni saranno coinvolte oltre le scuole, le comunità straniere residenti in città. 

Si tratta - ha precisato l’Assessore alla Cultura del Comune Filippo Del Corno - di un’edizione ampliata rispetto al progetto originario, rimane sempre la condivisione della lettura dei Promessi Sposi e quest’anno saranno coinvolte le scuole.

Il capolavoro di Alessandro Manzoni è il primo romanzo storico di letteratura italiana, il lato colto e popolare della società è descritto in maniera precisa dall’autore che ne mette in luce pregi e difetti di quell’epoca. Alla lettura del romanzo prenderanno parte anche 30 voci del Patto per la Lettura, lo strumento che la Città di Milano ha adottato per rendere la lettura un’abitudine sociale diffusa. Il Sistema Bibliotecario parteciperà attivamente all’iniziativa sia ospitando le locandine e i segnalibri del festival, sia prestando alcune copie dei Promessi Sposi, oltre ad aver utilizzato i Minimal Incipit ed Explicit dei Promessi Sposi, stampati in edizione speciale per il festival (http://bit.ly/2waiv9M). Per la seconda volta sarà presente ancora l’associazione Treccani Cultura, che metterà a disposizione cinque totem che riporteranno  i lemmi “manzoniani” tratti dal Vocabolario Treccani on-line, per segnalare l’importanza  del testo manzoniano sulla struttura della lingua italiana.  Per info maratonamanzoni@gmail.com

Manuelita Lupo