Teatro Elfo

Sempre molti stimoli al teatro ElfoPuccini.

Jacopo Gassman indaga il teatro contemporaneo di Thorpe, con due lavori di questo artista emergente: “An incident”, tre monologhi, tre scelte analizzate al microscopio, dal 31 ottobre al 2 novembre; dal 3 al 5, “Confirmation”, tentativo di dialogo “dignitoso” con l'estremismo politico. 


A cavallo tra comicità e note dolenti, dal 7 al 12 novembre, Milvia Marigliano interpreta “Ombretta Calco” di Sergio Pierattini: una signora di mezza età rivive momenti significativi della sua vita, con i colori e i sentimenti che li hanno caratterizzati. Dal 10 al 12 novembre, ritorna il format d'intrattenimento che coinvolge il pubblico, “Cinemalteatro”, in cui con i mezzi del teatro raccontano i film che hanno conquistato l'immaginario della gente.


Dal 14 al 19 novembre ritorna “Goli Otok”, progetto di Renato Sarti e Elio De Capitani, che ne sono anche interpreti. Attraverso una precisa e asciutta ricostruzione storica, De Capitani dà voce con tono incisivo ed emozionante ad Aldo Juretich, che racconta le sofferenze, a cui fu sottoposto nel peggiore dei campi jugoslavi postbellici, il forzato “ravvedimento”e il successivo isolamento.


L'incontro fra due artisti molto diversi, Roberto Castello e Andrea Cosentino, ha prodotto un “Trattato di economia”, in cui, tra parola e gesto, essi si interrogano sul denaro, il suo valore, la sua invadente onnipresenza e il suo mancato rapporto con la realtà. Un esilarante cabaret futurista in cui economia, arte e morale si aggrovigliano.

Grazia De Benedetti