Biblioteca zona 9

Giovedì 15 gennaio alle ore 18,30 ci sarà l’incontro la “Letteratura nascente”, durante il quale Amor Dekhis e Nikola P. Savic incontreranno i lettori della biblioteca; subito dopo saranno presentati i libri “Dopotutto ognuno è solo” di A. Dekhis e “Vita migliore” di N. P. Savic. L’incontro sarà coordinato da Gioia Panzarella e Raffaele Taddeo, presidente del centro culturale multietnico “La tenda”. A metà incontro ci sarà una pausa buffet. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti.
Sabato 17 gennaio, dalle 9,30 alle 13, sarà dato avvio al progetto “Api a Milano”, con l’apicoltore Marco Valentini che curerà l’introduzione. Questo appuntamento è stato curato da : “Terra del fuoco”, “Associazione per la diffusione delle arti manuali” e “Bioapi”, società agricola e Centro culturale di apicoltura. Tale progetto vuole promuovere l’allevamento delle api in città anche in spazi ridotti, con metodi alla portata di tutti. In quest’ottica verrà introdotto l’arnia africana, la “Kenia top bar hive”, adatta a questi scopi. Partecipando a questo progetto si potranno apprendere i metodi di allevamento delle api. L’ingresso è libero.
Giovedì 22 gennaio, a partire dalle 19, nel gruppo di lettura “La lista dell’ebrezza”, si parlerà de “Il maestro e Margherita” di Mihail Bulgakov e de “La porta” di Magda Szabò.
Venerdì 23 gennaio, alle 20,45, si parlerà della Divina commedia nell’incontro “La Divina commedia oggi”. Il viaggio di Dante paragonato al viaggio dell’uomo nella vita: questo sarà il tema principale della serata. Tale tematica è stata curata nei minimi dettagli dal “Centro di solidarietà don Bruno de Biasio” e da Mary D’Amelio. Gli incontri tenuti da Enrico Planca saranno informali, senza intenti filologici o critiche letterarie.
Nel primo incontro si avrà l’inizio del percorso nella selva oscura (Inferno canti I e II). Dante vive un momento di profonda crisi della propria esistenza che lo porta sulla soglia di una dissoluzione fatale. A nulla valgono i suoi tentativi di riscattarsi. Virgilio, segno vivente della ragione che torna ad offrirsi come via di salvezza, viene in suo soccorso e, dopo avere narrato i passi della grazia di Dio a suo favore fino alla discesa di Beatrice nell’Inferno, lo introduce al lungo cammino nell’Aldilà.