LA NATURA ENTRA IN CITTA'

La voce del bosco” è una favola, rivolta a piccoli e grandi, che il Comitato la Goccia insieme all'Istituto Comprensivo Maffucci metteranno in scena sabato 23 alle ore 15. Attenzione al luogo dell'appuntamento perché è così speciale e nascosto che raggiungerlo diventa l'avventura che dà inizio alla favola. Si chiama la Goccia per la sua forma sulla mappa ed è lo spazio delle ex Officine del gas che oggi sono diventate un parco con 2500 alberi, grande quasi come parco Sempione.


La Goccia non è lontana dalla stazione Bovisa, tuttavia pochi percorrono questa strada. Si devono scendere le scale della stazione dalla parte opposta a quelle che conducono a piazza Alfieri. Andare cioè verso i padiglioni grigi di Ingegneria, e percorrere tutta via Lambruschini, sotto l'ala protettiva del grande gasometro, torre Eiffel della Bovisa. Poi si imbocca via Giampietrino, dove sono stati sradicati diversi alberi e a destra, dopo la rotonda, si può vedere il cancello che portava alle Officine, ora chiuso. Continuando sulla via Fusinato, lungo il muro dietro al quale sono rinchiusi gli alberi, si arriva in via Pacuvio, e davanti,in linea d'aria, alla stazione di Villapizzone.

Lì si avvera la magia. Perché il muro lascia il posto a un prato e a una rete dalla quale è possibile, se non entrare, vedere il Parco la Goccia a perdita d'occhio.


Ecco, il nostro appuntamento, per sabato 23 alle ore 15, è proprio lì.


Dopo la lettura delle poesie che i bambini della scuola Guicciardi di quartiere hanno scritto per questo incredibile spazio di Natura, ci saranno in scena, in mezzo agli alberi e agli animali, i burattini di cartone che racconteranno la fantastica storia della Goccia. Che va conosciuta da grandi e piccoli per impedire che questo grande spazio verde possa essere distrutto e coperto di cemento. Vi aspettiamo.


A cura di Tina Nava


Mappa vol. 23.09.2017

mappa-vol.-23.09.2017.pdf